A city at a crossroads

A city at a crossroads

The issue: With a growing population and an expanding city centre, Birmingham’s future economic and social prosperity depends upon careful and co-ordinated management of strategic developments. But will they deliver the ambitious economic and social goals they aim to achieve?

Rob Groves, who heads Argent’s major Paradise Circus development in Birmingham, said his company was bringing a lot of learnings from its huge King Cross project in London. But whereas London “sells itself”, he warned “our first challenge is selling Birmingham.”

He said: “Back in the 1980s, when the Thames Valley was trying to attract hi-tech companies, it was as much about selling the place as it was the office. So when you’re selling Birmingham, you need to say to potential occupiers, like Deutsche Bank, where are their people going to live, where are they going to employ from, and what’s the rest of the infrastructure?

“That’s not just highways, but restaurants, theatres, cinemas, schools, and making sure when you’re doing your sales pitch that you’re selling the whole big picture.”

Danny Parmar, of Overbury, said Birmingham used to have a poor reputation but that many things had changed in recent years “in a very positive way”. He said that the old perception of the ‘typical Brummie’ needed to change.

Rupert Young, of Nurton Developments, said: “Your best sales force is your ambient population, and I sometimes wonder if enough people round here know enough about the city.

“I’m a Midlander by birth, and I got fed up of London partners [at a previous company] not knowing anything at all. What I used to do is every month send an email to all partners saying: ‘Five things you never knew about Birmingham’, and I managed to keep it up for two years!”

Neil Edginton, of EDG Property, who played a leading role in Birmingham’s Mailbox, Fort Dunlop and the Cube developments, said: “I agree – you have to sell Birmingham first. But in the last 20 years, how much the city has changed for the better.

“We will always have to sell this city in the way you wouldn’t have to sell the capital city.
“The sooner we stop worrying about that and just get on with the job we’re doing, the faster we’ll move forward, because that’s all I’ve heard over the last 20 years.”

Paul Brown, of EY, and also a board member of the Black Country LEP, said: “My issue is between how we liaise with schools telling them about what industries are out there, rather than sending everyone to university. We’ve got 6,000 jobs, potentially, around JLR and that cluster of high-value manufacturing. There’s an issues of teachers not being aware of industry.”

Elizabeth Foster, of Ingram Hawkins and Nock, also chair of the West Midlands development committee of the Prince’s Trust, agreed that young people were not aware of the opportunities.

She said: “The apprenticeship days, which the city runs very well, are huge days [but] young people find those very intimidating, [and are] not very well prepared.
“As long as schools are measured by the number of young people they get into college or university, they’re not going to be persuaded to direct young people into the workplace.”

Brown said that LEPs were now working with Ofsted on the importance of STEM subjects [Science, Technology, Engineering and Mathematics] to make children more aware of the job opportunities available. Foster said this was good, because if children knew jobs were waiting for them they were more likely to work harder at school.

Mark English, programme manager for Birmingham Municipal Housing Trust, the city’s house-building programme, has a background in securing community benefits from regeneration projects. He said: “Part of the problem is to get commercial employers into schools to talk about what [pupils] can do, because if you can get in early enough and get them going in the right direction, it doesn’t matter if they don’t come out with every certificate under the sun, they’ll still be enthused to do something.”

Kitty Patmore, of Barclays, is also a management committee member of the Big Brum Theatre in Education Company, a charity working with a charity delivering TIE to 80 schools and 4,000 young people in the West Midlands. She agreed with English, but said: “It needs to be early, though, because by the time they get far progressed in secondary it’s too late because a lot of behaviours are developed. And it needs to be coupled with a pride in Birmingham, combining ‘where do you go’ and ‘what do you do’ with ‘this is somewhere to be proud to live’.”

Adam Ramshaw, who runs LSH’s Birmingham office, said he worked with the city council and partners to ensure regeneration was “net inward investment” and that “regeneration of one part doesn’t lead to the deterioration of another”. Talking about the need to get industry and education working together, he said: “Whose responsibility is it to coordinate all these things and to make sure that industry is in the schools, that we’re marketed in the right way?”

Brown said it sits with a variety of organisations – for example, Marketing Birmingham, the LEP, the city council, who were all “doing great things” – but that: “We’re not quite aligned and go off in all different directions.” He added that universities have “a massive role to play”.

Edginton said: “If you want people to stay and work after they’ve been to one of the nine universities within a one-hour’s drive [of Birmingham] – a massive population of students – you’ve got to offer them jobs. And if you want them to stay and have a family, you’ve got to offer them schools and hospitals. It’s about infrastructure. And the same is true if you want to inwardly invest people, you’ve got to offer them all the same things.”

The debate went on to discuss the shortage of space to build new homes in the Birmingham area for an increasing population, with planners talking about the need for up to 100,000 new homes by 2031. Green belt land near suburbs like Sutton Coldfield were being considered by Birmingham City Council as places to expand, but do not have the necessary infrastructure in place.

Ramshaw said: “I live in Sutton Coldfield, and there’s not been a new school built there for ages, and the transport pressure means that in rush-hour the roads and cross city trains are packed. Something’s going to have to give. Unless you live on the street where the school is, you can’t get in.”

Barclays Montage

English said: “Section 106s [planning conditions placed on developers to invest in necessary infrastructure] are quite blunt tools. People go in and regulations are drawn… they have planning permissions, but they’re not being developed. With 106s, there’s no ability to renegotiate if developers sit on that site. So will there be moves to enable renegotiation based on changing values over that period?”

Young said: “I don’t buy the point of people sitting on sites for the sake of it. There’s usually another reason why things are not happening, although I’d back making sure they flow through. These strategic projects – building homes and jobs – has to be a partnership, and 106s are only a block if a developer doesn’t negotiate appropriately.”

Edginton said: “We’re doing a site in Northamptonshire for thousands of homes, building four schools with a massive infrastructure cost. Trying to get sites off the ground is really hard, and the more things you put in the way – like renegotiating 106s – [will] make it even more difficult to give the city what it needs.”

Brown said: “For me, lobbying is a massive area. There are 57 MPs across the region, and we need to use these to the full to get to the likes of Greg Clarke [Minister of State for Cities and Constitution] to promote what we’re doing in Birmingham and the West Midlands.

“These are the people who are talking to world leaders. The big PR campaign is quite broad, and we’re all custodians of the brand and need a consolidated approach to make sure we’re recognised on the global stage.”

Foster said she found it difficult to get to see MPs about such matters. She said: “MPs take their line from the same group of people. They go where the money comes from – people who are going to fund their campaigns. There’s not a wide enough voice to be heard.”

Brown responded: “They’re [MPs] not going to come to you. Lobbying is the key. MPs are in their constituencies every Friday – it’s in your interest to go and see them if you have an issue.”

Alistair Robertson-Dunn, of GVA, said one of his primary interests was finding a better way of selling new developments in Birmingham to occupiers, who were sometimes bypassing the city. He said: “The international stage is an easier sell for us. The harder sell is in the UK and against the misperceptions we have. We need to change what people locally think of Birmingham and then look at going outside. Educate people locally and let the word spread.”

Patmore cited Birmingham Future and Birmingham Forward as examples of a “really active” voice, and drew attention to the recent Birmingham Young Professional of the Year awards – “a most amazing event… it just needs to be continued and highlighted.” Foster said: “The danger is young people who are not connected with certain charities or groups.”

Groves highlighted the forthcoming John Lewis store development at New Street Station and lauded Birmingham’s employment team. “Jobs were at the top of the city’s agenda, in the way we selected contractors based on local employment opportunities.”

English said there were various initiatives, such as how the city expected a “bursary payment” for a development with St Basil’s [a homeless charity]. But he added such projects were “too often built on individual people’s knowledge” rather than the “wider psyche of organisations”.

Groves mentioned how apprentices had been taken on during the development of the new Library of Birmingham “in joint venture with the city – it’s what we’re committed to”. He added: “We need them [apprentices] in every aspect of developments – from eventual office workers to people on site. You can almost see there’s going to be a shortage.”

English said young people were not always choosing the right options. “We need to tell them there are alternatives. Not everybody’s an academic. It’s trying to encourage people [towards] different career structures and opportunities so they don’t see themselves as a failure because they haven’t got the right piece of paper. It’s saying from an early age: ‘You can do this’.”

Andy McDonald, of Barclays, was interested in keeping the city’s talent and attracting more from outside. He sympathised with people having to deal with the system’s “short-termism”, and said: “The heads of schools are judged on last year’s test results, the chief executives of companies are judged on last year’s financial results. One of the biggest issues for long-term sustainability is that we’re judged on what we did the year before.”

Young referred to schools highlighted as “specialist language” academies and other subject champions: “What’s wrong with having a specialist automotive academy? That would be a good way to do it!”

Matt Weaver, hosting the evening for Barclays, referred to his experience in schools talking about financial skills: “It’s frightening when you speak to kids who’ve got no knowledge about money. We make a difference.”

Talking about the wider vision, needs and communications for the region, Parmar said: “A central deliverer is missing. Having one body to pull it all together and get the message out as a cohesive plan.” Ramshaw agreed: “Ultimately, someone needs to take responsibility. You need to identify who that is or else you won’t coordinate it together.” Young said: “The fact that there is a vision is a good start.”

Brown said such a huge vision needed to be delivered in parts: “There are five-year plans. There’s a lot of things to deliver that touch all parts of business. Infrastructure encompasses everything – the community, growing its prospects, spending money on leisure, education, transport and so on. Don’t be fooled that we’re thinking about 2031.

“Next year is an interesting year. A lot of funds are kick-started next year, but then we’re into a General Election year. The execution is the big thing. We talk about strategies a lot. The real target is that we’ve got to manage and deliver [those strategies].”

Edginton agreed, and reminded people that “2031 is far away” and that “plans are meant to evolve and change over time, as the needs change.”

Groves suggested that the Government should “stop moving the goalposts, as it can slow things down”, and said if Labour got in [at the next General Election] he hoped they wouldn’t change everything as “it will completely reverse important developments”.

Young said there “needs to be stronger government at a local level”, and added it was a shame Birmingham hadn’t chosen the elected mayors system in its recent referendum. “Some of the [council] members need a lot more education [about planning matters]… [also] we often have a rampant outbreak of nimbyism. That more than anything else will hold things back.”

On planning, Groves said: “It seems to be easier to deal with in a city centre than it is in the shires [due to the] quality of staff. We have got council members who sit on a planning committee and I do sometimes wonder if they know what they’re looking at. Planning committees need to take a bit more notice from planning officers.”

On a positive note, Young said: “Birmingham City Council are being pretty brave. They’re backing Argent massively in Paradise Circus. We could be hacked off about that, but we’re not at all. It’s important because of the size of what Birmingham has to do. And the results will wash through. That’s a really good thing for them to have done.”

Young added that he was keen for Marketing Birmingham to host more visits from international site locators: “If it costs the city council some money to get people over let’s carry on because it’s working.”

Groves agreed: “The opportunities in Birmingham are huge… with the Bull Ring, pedestrianisation, the NIA, New Street Station in its final stage [of redevelopment], the Metro extension… everyone always gets taken in by new ‘kit’. This is the best opportunity for Birmingham to sell itself to the world.”

Edginton agreed but said the message needed to be tailored for different audiences, as foreign investors often “expect that for a city the size of Birmingham [things like] the station should already be there”.

×

Subscribe

Our BQ Bulletin emails will land in your inbox at 7.30am, Monday to Friday, with a mix of the latest local business news, national news, and features to inspire you. Sign up here!

User registration

Gentile Utente,
ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/2003 recante disposizioni a tutela delle persone e degli altri soggetti trattamento dei dati personali, desideriamo informarLa che i dati personali da Lei comunicati al momento della registrazione sul Sito e della compilazione dell'ordine saranno utilizzati da al fine di svolgere le operazioni da Lei richieste. I dati da Lei comunicati saranno infatti inseriti in un archivio anagrafico clienti al momento della prima registrazione sul Sito, con digitazione di un codice identificativo ed una password che dovrà essere da Lei conservata ed utilizzata per le successive operazioni

I dati forniti saranno trattati direttamente da per le seguenti finalità:
- per l'elaborazione e trasmissione delle comunicazioni previste dalle condizioni del contratto;
- per l'invio di fatture commerciali

In merito alle modalità di trattamento, si precisa che gli indicati trattamenti potranno essere eseguiti soltanto dai responsabili e dagli incaricati autorizzati da usando supporti cartacei o informatici e/o telematici. In ogni caso il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza in conformità con la disciplina vigente. I dati conferiti non saranno oggetto di diffusione a terzi, salvo per la gestione stessa dei dati da parte di soggetti specializzati ed incaricati da .
In ottemperanza alla suddetta Normativa, di seguito riepiloghiamo le metodologie applicate per il trattamento dei dati da parte della nostra Società che implicano raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati in nostro possesso e gli scopi che perseguiamo con ciascuna di esse:
Marketing e Strategie Commerciali: elaborazione dei dati da Lei forniti e di quelli desunti dalle Sue navigazioni in rete allo scopo di definire delle statistiche inerenti gli interessi da Lei manifestati nei confronti dei Prodotti e Servizi offerti da per finalità di marketing e/o attività promozionali in genere;
Gestione amministrativa: raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati per scopi amministrativo - contabili, compresa l'eventuale trasmissione per posta elettronica di informative e/o fatture commerciali;
In particolare, per quanto concerne, le modalità del trattamento dei dati, gradiamo comunicare che tutti i dati sono conservati in un apposito archivio tenuto sotto costante controllo e continuo aggiornamento da parte di personale adeguatamente formato. Inoltre è stata redatta una procedura operativa interna (Documento Programmatico Sulla Sicurezza - DPSS). In tale documento viene definito più nel dettaglio il metodo utilizzato per l'applicazione di adeguate misure di sicurezza per la protezione e la riservatezza dei dati. Per completezza, desideriamo infornarla che il conferimento dei dati personali è necessario nella misura in cui essi sono utilizzati per l'esecuzione da parte della nostra Società di obblighi contrattuali e/o di legge.
Dati di navigazione Il sito web raccoglie informazioni tecniche relative all'hardware e al software utilizzati dai visitatori, autonomamente attraverso l'ausilio di strumenti per l'analisi dei file di collegamento. Tali informazioni riguardano:

- indirizzo IP
- tipo di browser
- Internet service provider
- sistema operativo
- nome di dominio e indirizzi di siti Web dai quali ha effettuato l'accesso o l'uscita (referring/exit pages)
- informazioni sulle pagine visitate dai lettori all'interno del sito
- orario d'accesso
- permanenza sulla singola pagina
- analisi di percorso interno (clickstream)
- risoluzione video
- tipo di connessione
- nazione da cui l'utente si collega
- presenza di plugin java installati

Tali informazioni non forniscono dati personali del lettore, ma solo dati di carattere tecnico/informatico che sono raccolti ed utilizzati in maniera aggregata ed anonima al solo scopo di migliorare la qualità del servizio e fornire statistiche concernenti l'uso del sito, suddetti dati vengono cancellati subito dopo l'elaborazione.
Registrazione
Nell'ambito del processo di registrazione, il lettore è tenuto a scegliere una propria user ID ed una password. Inoltre il lettore è tenuto a fornire specifiche informazioni che dovranno essere corrette ed aggiornate. Il lettore non può scegliere la user ID di un'altra persona con l'intento di utilizzarne l'identità. Inoltre non può utilizzare la user ID di un'altra persona senza la sua espressa autorizzazione. E' inoltre vietato l'uso di user ID che l'editore, discrezionalmente, riterrà lesivi di diritti di terzi, o comunque offensivi o scurrili. La password scelta dai lettori al momento della registrazione ai servizi e inserita nel relativo modulo o form di registrazione è personale e non può essere ceduta. I lettori sono tenuti a custodire con la massima diligenza e a mantenere riservata la password al fine di prevenire l'utilizzo del servizio da parte di terzi non autorizzati. Essi saranno pertanto responsabili di qualsiasi utilizzo, compiuto da terzi autorizzati o non autorizzati, dei suddetti identificativi nonchè di qualsiasi danno arrecato al titolare del blog, all'editore e/o a terzi, in dipendenza della mancata osservanza di quanto sopra.
Il lettore non può inviare, distribuire o in ogni modo pubblicare negli spazi abilitati a tale scopo contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo, o a qualsiasi titolo illegale.
Il lettore si impegna a non assumere atteggiamenti violenti o ad aggredire verbalmente gli altri lettori, astenendosi dall'utilizzo di termini calunniosi, e a non interrompere intenzionalmente le discussioni con messaggi ripetitivi, con messaggi privi di significato o con azioni finalizzate alla vendita di prodotti o servizi.
Il lettore si impegna ad utilizzare un linguaggio rispettoso, tenendo conto che la comunità cresce solo se i suoi membri si sentono ben accetti e rispettati. Il lettore si impegna a non utilizzare termini violenti o che discriminino sulla base della razza, religione, genere, inclinazioni sessuali, disabilità fisiche o mentali e altro. L'uso di linguaggio violento sarà motivo per la sospensione immediata e per l'espulsione definita a tutti o a parte dei servizi del sito.

Accedendo al sito e ai relativi servizi, il lettore si obbliga a:
a.non utilizzare il sito o il materiale in esso inserito per perseguire scopi illegali
b.non utilizzare il sito in modo da interrompere, danneggiare o rendere meno efficiente una parte o la totalità di esso o in modo da danneggiare in qualche modo l'efficacia o la funzionalità del sito;
c.non utilizzare il sito per la trasmissione o il collocamento di virus o qualsiasi altro materiale che in qualche modo possa creare pregiudizio in ogni sua forma;
d.non utilizzare il sito in modo da costituire una violazione di persone o ditte (compresi, ma ad essi non limitati, i diritti di copyright o riservatezza).
e.non utilizzare il sito per trasmettere materiale a scopo pubblicitario e/o promozionale senza il permesso scritto dell'editore.

Il mancato rispetto di queste regole comporta la violazione di queste condizioni generali di utilizzo e può determinare l'immediato annullamento dell'account del soggetto autore della violazione. In caso di effettivo o potenziale utilizzo non autorizzato del proprio account, il lettore è invitato a segnalarlo, fornendo ogni dettagliata notizia in merito alla violazione, e dando comunicazione di perdita, sottrazione non autorizzata, furto, della propria password e delle proprie informazioni personali. Il lettore è consapevole che deve avere compiuto i 18 anni di età per iscriversi al servizio, anche se persone di ogni età possono accedere allo stesso. I minori di anni 18 devono essere assistiti ed autorizzati dagli esercenti la potestà di genitore. Il lettore è pienamente responsabile per ogni azione intrapresa attraverso il suo account, sia direttamente sia attraverso terzi da lui autorizzati. Ogni utilizzo abusivo, fraudolento o in ogni caso illegale è causa dell'immediato annullamento dell'account, ad insindacabile giudizio dell'editore o del gestore del sito, fermo restando l'esercizio di ogni azione legale da parte degli aventi diritto.
Con l'accettazione della presente il lettore dichiara la veridicità di tutte le dichiarazioni rese in fase d'iscrizione al sito.
La informiamo, inoltre, che ogni interessato può esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003: In relazione al trattamento di dati personali:

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
3. L'interessato ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Per esercitare i diritti previsti all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003 e sopra riassunti l'utente dovrà rivolgere richiesta scritta indirizzata a


Rimozione
Se non desiderate essere contattati in futuro, potete chiederlo collegandoVi o inviando una mail all'indirizzo inff@mail indicando l'indirizzo e-mail (o tutti gli indirizzi facenti capo ad un dominio, nella vostra disponibilità) e/o fax di cui volete l'esclusione.

Titolare del trattamento dei dati è - per l'elaborazione e trasmissione delle comunicazioni previste dalle condizioni del contratto;
- per l'invio di fatture commerciali

In merito alle modalità di trattamento, si precisa che gli indicati trattamenti potranno essere eseguiti soltanto dai responsabili e dagli incaricati autorizzati da usando supporti cartacei o informatici e/o telematici. In ogni caso il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza in conformità con la disciplina vigente. I dati conferiti non saranno oggetto di diffusione a terzi, salvo per la gestione stessa dei dati da parte di soggetti specializzati ed incaricati da .
In ottemperanza alla suddetta Normativa, di seguito riepiloghiamo le metodologie applicate per il trattamento dei dati da parte della nostra Società che implicano raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati in nostro possesso e gli scopi che perseguiamo con ciascuna di esse:
Marketing e Strategie Commerciali: elaborazione dei dati da Lei forniti e di quelli desunti dalle Sue navigazioni in rete allo scopo di definire delle statistiche inerenti gli interessi da Lei manifestati nei confronti dei Prodotti e Servizi offerti da per finalità di marketing e/o attività promozionali in genere;
Gestione amministrativa: raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati per scopi amministrativo - contabili, compresa l'eventuale trasmissione per posta elettronica di informative e/o fatture commerciali;
In particolare, per quanto concerne, le modalità del trattamento dei dati, gradiamo comunicare che tutti i dati sono conservati in un apposito archivio tenuto sotto costante controllo e continuo aggiornamento da parte di personale adeguatamente formato. Inoltre è stata redatta una procedura operativa interna (Documento Programmatico Sulla Sicurezza - DPSS). In tale documento viene definito più nel dettaglio il metodo utilizzato per l'applicazione di adeguate misure di sicurezza per la protezione e la riservatezza dei dati. Per completezza, desideriamo infornarla che il conferimento dei dati personali è necessario nella misura in cui essi sono utilizzati per l'esecuzione da parte della nostra Società di obblighi contrattuali e/o di legge.
Dati di navigazione Il sito web raccoglie informazioni tecniche relative all'hardware e al software utilizzati dai visitatori, autonomamente attraverso l'ausilio di strumenti per l'analisi dei file di collegamento. Tali informazioni riguardano:

- indirizzo IP
- tipo di browser
- Internet service provider
- sistema operativo
- nome di dominio e indirizzi di siti Web dai quali ha effettuato l'accesso o l'uscita (referring/exit pages)
- informazioni sulle pagine visitate dai lettori all'interno del sito
- orario d'accesso
- permanenza sulla singola pagina
- analisi di percorso interno (clickstream)
- risoluzione video
- tipo di connessione
- nazione da cui l'utente si collega
- presenza di plugin java installati

Tali informazioni non forniscono dati personali del lettore, ma solo dati di carattere tecnico/informatico che sono raccolti ed utilizzati in maniera aggregata ed anonima al solo scopo di migliorare la qualità del servizio e fornire statistiche concernenti l'uso del sito, suddetti dati vengono cancellati subito dopo l'elaborazione.
Registrazione
Nell'ambito del processo di registrazione, il lettore è tenuto a scegliere una propria user ID ed una password. Inoltre il lettore è tenuto a fornire specifiche informazioni che dovranno essere corrette ed aggiornate. Il lettore non può scegliere la user ID di un'altra persona con l'intento di utilizzarne l'identità. Inoltre non può utilizzare la user ID di un'altra persona senza la sua espressa autorizzazione. E' inoltre vietato l'uso di user ID che l'editore, discrezionalmente, riterrà lesivi di diritti di terzi, o comunque offensivi o scurrili. La password scelta dai lettori al momento della registrazione ai servizi e inserita nel relativo modulo o form di registrazione è personale e non può essere ceduta. I lettori sono tenuti a custodire con la massima diligenza e a mantenere riservata la password al fine di prevenire l'utilizzo del servizio da parte di terzi non autorizzati. Essi saranno pertanto responsabili di qualsiasi utilizzo, compiuto da terzi autorizzati o non autorizzati, dei suddetti identificativi nonchè di qualsiasi danno arrecato al titolare del blog, all'editore e/o a terzi, in dipendenza della mancata osservanza di quanto sopra.
Il lettore non può inviare, distribuire o in ogni modo pubblicare negli spazi abilitati a tale scopo contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo, o a qualsiasi titolo illegale.
Il lettore si impegna a non assumere atteggiamenti violenti o ad aggredire verbalmente gli altri lettori, astenendosi dall'utilizzo di termini calunniosi, e a non interrompere intenzionalmente le discussioni con messaggi ripetitivi, con messaggi privi di significato o con azioni finalizzate alla vendita di prodotti o servizi.
Il lettore si impegna ad utilizzare un linguaggio rispettoso, tenendo conto che la comunità cresce solo se i suoi membri si sentono ben accetti e rispettati. Il lettore si impegna a non utilizzare termini violenti o che discriminino sulla base della razza, religione, genere, inclinazioni sessuali, disabilità fisiche o mentali e altro. L'uso di linguaggio violento sarà motivo per la sospensione immediata e per l'espulsione definita a tutti o a parte dei servizi del sito.

Accedendo al sito e ai relativi servizi, il lettore si obbliga a:
a.non utilizzare il sito o il materiale in esso inserito per perseguire scopi illegali
b.non utilizzare il sito in modo da interrompere, danneggiare o rendere meno efficiente una parte o la totalità di esso o in modo da danneggiare in qualche modo l'efficacia o la funzionalità del sito;
c.non utilizzare il sito per la trasmissione o il collocamento di virus o qualsiasi altro materiale che in qualche modo possa creare pregiudizio in ogni sua forma;
d.non utilizzare il sito in modo da costituire una violazione di persone o ditte (compresi, ma ad essi non limitati, i diritti di copyright o riservatezza).
e.non utilizzare il sito per trasmettere materiale a scopo pubblicitario e/o promozionale senza il permesso scritto dell'editore.

Il mancato rispetto di queste regole comporta la violazione di queste condizioni generali di utilizzo e può determinare l'immediato annullamento dell'account del soggetto autore della violazione. In caso di effettivo o potenziale utilizzo non autorizzato del proprio account, il lettore è invitato a segnalarlo, fornendo ogni dettagliata notizia in merito alla violazione, e dando comunicazione di perdita, sottrazione non autorizzata, furto, della propria password e delle proprie informazioni personali. Il lettore è consapevole che deve avere compiuto i 18 anni di età per iscriversi al servizio, anche se persone di ogni età possono accedere allo stesso. I minori di anni 18 devono essere assistiti ed autorizzati dagli esercenti la potestà di genitore. Il lettore è pienamente responsabile per ogni azione intrapresa attraverso il suo account, sia direttamente sia attraverso terzi da lui autorizzati. Ogni utilizzo abusivo, fraudolento o in ogni caso illegale è causa dell'immediato annullamento dell'account, ad insindacabile giudizio dell'editore o del gestore del sito, fermo restando l'esercizio di ogni azione legale da parte degli aventi diritto.
Con l'accettazione della presente il lettore dichiara la veridicità di tutte le dichiarazioni rese in fase d'iscrizione al sito.
La informiamo, inoltre, che ogni interessato può esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003: In relazione al trattamento di dati personali:

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
3. L'interessato ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Per esercitare i diritti previsti all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003 e sopra riassunti l'utente dovrà rivolgere richiesta scritta indirizzata a


Rimozione
Se non desiderate essere contattati in futuro, potete chiederlo collegandoVi o inviando una mail all'indirizzo info@bqlive.co.uk indicando l'indirizzo e-mail (o tutti gli indirizzi facenti capo ad un dominio, nella vostra disponibilità) e/o fax di cui volete l'esclusione.

Titolare del trattamento dei dati è

Fields marked with an asterisk (*) are required

Click here to read our privacy statement