Changing the world: one bite at a time

Changing the world: one bite at a time

Josh Littlejohn is a determined young Scot who has turned the business community on its head. BQ Scotland Editor Kenny Kemp meets a social entrepreneur with an extraordinary flair for making connections.

This magazine has always tried to keep a lid on hyperbole. After all, the ‘I kent, yer faither!’ put-down is ingrained in our psyche to ensure no-one gets above their station in life. Yet however you look at it, Josh Littlejohn is an utterly remarkable 28-year-old Scotsman. Already he has made an indelible impact on our nation. 

He is the creator of Social Bite, the social enterprise soup, sandwich and baguette chain in Edinburgh and Glasgow, which is helping the homeless find useful employment, now expanding into Aberdeen and Dundee, and he is the originator of the Scottish Business Awards.

What is so special about this has been Littlejohn’s breathtaking chutzpah, moving the black-tie events calendar into the stratosphere, firstly by getting former US President Clinton as a guest speaker, then luring Sir Richard Branson to one of the biggest black-tie dinner gatherings in pre-referendum Scotland. Then he trumps this by creating the most amazing media frenzy with the invitation of Hollywood A-lister George Clooney, award-winning actor and director of the Monuments Men, to come to the awards at the EICC on 12 November this year. Wow!

When we meet in the Social Bite shop in Rose Street in Edinburgh, this softly-spoken bearded business figure is disarmingly open and honest about his achievements. He was brought up in Blair Drummond, near the Stirlingshire safari park, and attended McLaren High school in Callander. His father, Simon, set up the Littlejohn’s restaurant chain which began in Stirling and spread to other Scottish cities. The chain was sold when Josh was at primary school, so he never worked in any of his dad’s establishments.

“When we were younger, my brother and I grew up in relative privilege because my father was a successful businessman. I always had a strange relationship with wealth in that way. I was certainly embarrassed by it. If my dad was dropping me off at school in his convertible sports car, I would be so mortified. I would hate to be thought of as the rich kid. I used to get him to drop me off around the corner and I’d walk in.”

Josh and younger brother, Jack, used to give their father a hard time. “We used to try and get him to give his money away. In hindsight, it was harsh because he came from a working class background and his motivation in becoming successful was to provide a good life for his family,” he recalls.

“I left school at 17 and went travelling to Ecuador. I spent three months in Quito working on a project with street children. It was an amazing experience. When I came back from that I was quite idealistic.”

“My angst against wealth translated itself into a notion that I wanted to change the world.”
He raised £3,000 by washing cars and through sponsorship to buy his ticket and joined Outreach Internationals, working in a centre for the working children, many of them orphans. He helped them with basic education, teaching them to read and write but he admired their resilience. He returned to Scotland to Edinburgh University, studying politics and economics.

Social Bite 03“I came back really charged. But the idealism over four years at university got chipped away. I didn’t feel inspired by the teaching at university. It wasn’t the fault of any of the lecturers, I just got into the student culture of drinking loads, sleeping in, missing my lecturers. I was never really that engaged.”

He graduated in the teeth of the recession and there were not many jobs around. He wasn’t interested in becoming a lawyer or a doctor and ‘chasing the earning league table’. He was attracted to working as an economist in overseas development and applied for a UK civil service job. He spent weeks preparing, reading the key text from cover to cover and was down to the final stages in London. He passed the economic test with flying colours, but failed on the assessment of his interpersonal skills.

“After six months of this process, I got a one sentence email saying that I was unsuccessful. I was a bit deflated by that. I didn’t want to sign up for this whole graduate milk-round process.” It was then that he decided to make his own entrepreneurial opportunities.

“I never really wanted to start my own business but I retained my belief that I wanted to do something to change the world. I never had a great interest in getting a corporate job.” He brainstormed a few ideas and decided to set up an events business.

“It was steady steps. I was 21 and single and probably trying to find an attractive girl-friend. So I decided to set up a fashion show. A great opportunity to hang around with attractive girls! I put on a fashion show in August in Edinburgh calling it the Festival Fashion Show, in a venue below Le Monde.”

He got in touch with all the local High Street retailers, then approached some young women in the street and charmed them to join the team as models for the catwalk. It was a superb chat-up line and it did very well.

“We sold it all out. I had such a good time doing it and I made £3,000. I thought ‘Wow, there’s something in this entrepreneurship’. I thought it was so cool. That was the start of my addiction to this process of coming up with something and seeing it become a reality.”

He knocked on doors ‘a little harder each time.’ “I got more ambitious and took it more seriously. It evolved from that initial event. We set up Capital Events and rented a tiny office in George Street in Edinburgh.”

He recruited interns to work on commissions. This was also good for meeting the girls, he laughs. One of them was Alice Thomson, who had dropped out of an events management degree. She saw the advert for this fledgling events business and came for an interview. Within a week or two, Alice and Josh were also going out together.

“We split up recently after five years together. Alice is the co-founder of Social Bite and everything we’ve really done, we did as a couple,” he says.

Alice and Josh conjured up more ambitious event ideas but settled on creating Scotland’s Christmas Fair in the Royal Concert Hall in Glasgow. They sold stands to gift companies and found people were clamouring to take part in what they presumed was a reputable and established event. Tickets were free for the public.

“It worked pretty well. I thought exhibitions were a smart business idea because normally when you are putting on a one-off concert or event you have to fork out a lot for the main attraction. Whereas the exhibitors pay to attend. I thought you can’t lose. What could go wrong?”

Amazingly, he then booked the SECC and decided to put on Scotland’s Ski & Snowboard Show in 2010. He approached the ski companies and the hotel groups to support him but found it very hard to get it going without offering free stands.

“It was really tough. I had signed a £35,000 contract for the SECC, created a website and literature and needed to get the backing of some of the bigger players. It was a chicken and egg scenario with people asking who else is going.”

We had to give away a load for free. It was a crash-course in learning how to sell. I was selling for my life when nobody really wanted to buy and I had this contract with the SECC, which could have made me bankrupt. I was selling, selling and selling. I found it very, very stressful.”

Eventually, he managed to persuade some to get on board and stayed afloat. Just. The second year was much better with the credibility of having pulled it off in year one – and a great snow in Scotland helped pull in the punters.

Social Bite 02

“We made a bit of money in the second year. We had a superb season that year in Scotland. So the ski industry was in a good place. We did deals for the Scottish resorts so that skiers would get free lift passes.”

Josh says in terms of business experience, it covered everything from sales, marketing and media buying, including television and newspaper adverts, and negotiating the cost base, then selling the tickets. “On the learning curve it was very good. We made about £50,000 profit on the second year.”

He admits there were some sleepless nights. “The hard bit about setting up your own business is that there is perpetual stress that never goes away. There are so many good bits, but it is very draining. It’s a 24/7 thing.”

On the back of this, he decided to set up the Scottish Business Awards, a not-for-profit event, in 2012. He booked the EICC and wrote to all the top businesses, imploring them to take part. “I thought it would work. But many people told me I was stupid because there were so many business awards already in Scotland. We were more ambitious and created our own gap. We made it cooler,” says Josh.

He managed to persuade 800 leading business figures to sign up, including top entrepreneurs, such as Sir Tom Hunter, Michelle Mone, Sir Tom Farmer and Jim McColl. But he had no inspirational big-ticket guest speaker. “I knew that it would be a very influential audience.”

He had a brainwave. Littlejohn had been reading Noble Prize winner Muhammad Yunus’s book describing the creation of a ‘social business’, and the setting up of the Grameen Bank, giving micro-loans, and how over 50 different companies had been created in Bangladesh.

Many have gone on to make billions, yet Yunus has never owned a share. Each enterprise was designed to solve a social problem such as financial exclusion in women, no-electricity in rural villages, or malnutrition in children.

Littlejohn thought this was ‘one cool guy’ and wanted him to be the keynote speaker at the awards. In 2011, he wrote off to Yunus but didn’t get a response. He didn’t give up, he pestered him for a meeting. He and Alice and Josh then went out to Dhaka in October, spending a week touring around the social businesses, taking in Grameen Bank, the yoghurt factory and an eye-care hospital.

Unfortunately, the professor couldn’t make the awards dinner on 23 February 2012. Although, he came to Scotland two weeks after the awards to a spin-off event. “He was impressed that we had shown so much commitment and gone to see him. However, that trip changed the direction of our lives. We’d gone out there with a mission to persuade him to speak at our awards, now we left thinking this is such an inspiring idea.”

Josh and Alice returned to Scotland and dreamed up Social Bite in their George Street office. Meanwhile, they still needed a guest speaker and thought Sir Bob Geldof would be a perfect replacement. They booked him through a speaker agency, asking him to speak specifically about Muhammed Yunus’s ideas. [“He came and did a really brilliant speech.”]
That evening, Josh met Sir Tom Hunter, who won the main accolade, which was the outstanding contribution awards. They kept in touch, with Josh informing him about Social Bite’s launch and progress.

Social Bite 04At the first event, one of the charity prizes helped to raise money for Glasgow Caledonian University’s project with Prof Yunus and Grameen Bank. However, the top prize was to ‘Spend A Day with Bill Clinton in New York’.  Previously, Josh emailed the Clinton Foundation and filled in the contact box. To his surprise, he got a reply asking about the event. They offered a day with the former President. The catch: they had to raise $60,000.

Leo Koot, who was managing director of the TAQA oil firm, based in Aberdeen, was encouraged at the dinner to come up with the money for the Clinton trip. It gave Josh the opportunity to go back to the Clinton Foundation asking him to come to Scotland and speak. So, in its second year, Josh managed to book Clinton, emailing his new-found colleague Sir Tom, who was impressed with this.

“People assume that I did this through Sir Tom’s connection, but I did this myself.” Recalling the success of the prize-draw, he went back to the Clinton Foundation, who said they would need to make a massive donation in up-front payment and instalments to get him to come to Scotland.

“I had a rush of blood to the head. I signed it and posted it back knowing I needed 25% up front, and more for the instalments,” he says. He phoned around Sir Tom and other major business figures who all agreed to pay for their tables ahead of the event.

“Almost everyone we asked agreed, with Tom Hunter buying two tables, Jim Duffy of ESpark, and Andy Lothian in Dundee. This allowed me to pay the Clinton deposit.”

Clinton arrived on a Thursday and was to have a private dinner in the Balmoral Hotel in Edinburgh with Sir Tom Hunter and some friends. “I was on Rose Street in the Social Bite shop selling sandwiches and Tom Hunter phoned me up and invited me to the private dinner with Bill Clinton.

He said, ‘Do you want to come?’ I replied; ‘Let me check my diary! Yes, I’m available that evening.’  I sat next to Bill Clinton for three hours. He went off to play golf next day at St Andrews and then spoke at our awards. It was great fun.” Josh even did the Q&A with Bill Clinton which was ‘a once in a lifetime experience.’

He admits there is a strange, parallel of worlds doing the Social Bite and Business Awards at the same time. There is the big glamorous stuff with the dinner and then with the minutiae of running a sandwich business. Last year it was Sir Richard Branson who graced the event and now this year’s is making the news with a Hollywood legend.

“Everyone is clamouring to be there. The difference is that people who have bought tables in the past were predominantly men. They are now asking if they can get extra tickets to bring their wives and partners. This is one of the first business dinners that many wives want to make sure they are at,” he laughs.

There will be around 1,900 in the EICC for another record-breaking event, hosted by Rob Brydon with Chris Evans asking the questions. BQ Scotland is proud to be one of the sponsors.

“The only real way you can do these things is if the people you approach are passionate about a particular cause. George Clooney is committed to a humanitarian charity called Not On Our Watch, which he co-founded with Don Cheadle and Brad Pitt. His charity has set up the Satellite Sentinel Project in the sky above Sudan, monitoring human rights abuses and fighting against genocide around the world.

“He needs to raise a fair bit of money each year to keep that in the air. So he does a handful of these to fund this. We’ve committed to support that charity for him coming to Scotland.”

He will also go to one of the Social Bite shops and a private lunch party for guests. “We have raised money at the business awards to expand Social Bite and there are now four shops, with a central production kitchen in Livingston. We are soon to be opening shops in Aberdeen and Dundee.” Michael Thomas is the head chef, with multiple Michelin star chef Mike Mathieson as the consultant.

“The reason we did that was because if you set something up on a social basis sometimes there can be an automatic assumption that the product won’t be good. It’s a bit of a charity café. We wanted to make sure that if you eat in here you don’t have to make any sacrifices on quality.”

But Social Bite’s USP has been the opportunity it has provided to homeless people to find a job and get a start on the work ladder. A quarter of the workforce have been begging on the streets or selling The Big Issue. Now 100% of profits go to the social causes, around £4,000 a month. This isn’t an easy task as many  of the workers have multiple social problems, including having no fixed address, bank accounts or ID.

“We pay them in cash, although most of them now have bank accounts and we have been helping them into housing,” says Josh, who has not been averse to letting some sleep on his own couch at home. “What is interesting is that the social space mobility of people at that level of society does not exist. It does not happen.”

The first homeless person taken on board was Pete, who was selling the Big Issue outside the shop. He plucked up courage and asked for a job. He was given a chance by Josh and Alice. He was recently made a full-time employee, news of which received national newspaper coverage. Another, Ian, who was also selling the Big Issue in Rose Street for 14 years, has been recruited by Social Bite.

“That’s telling of the possibilities. Social enterprises have a crucial role to play in attracting people who are otherwise exclude and hauling them into the system,” says Josh, who says he has no ambition to go into mainstream politics.

Social Investment Scotland, which is connecting capital with projects in the community, have given Social Bite a £200,000 loan, while £175,000 cash for expansion in Aberdeen
and Dundee comes from the Players of the People’s Postcode Lottery. Josh takes a salary
of £20,000.

“I’m trying to keep as much cash as I can in the business. Hopefully, my wages will grow a bit, but my plan is not to grow rich but be comfortable. I want to do something that stands for a different reason.

Josh and his brother, Jack, who is the regional manager, are taking on more people. The Littlejohn brothers are certainly doing their bit to change the world for the better.

The Scottish Business Awards are on 12 November 2015, at the EICC. Media partners are BQ. Contact a.mahon@capital-events.co.uk on 0131 220 8206.

×

Subscribe

Our BQ Bulletin emails will land in your inbox at 7.30am, Monday to Friday, with a mix of the latest local business news, national news, and features to inspire you. Sign up here!

User registration

Gentile Utente,
ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/2003 recante disposizioni a tutela delle persone e degli altri soggetti trattamento dei dati personali, desideriamo informarLa che i dati personali da Lei comunicati al momento della registrazione sul Sito e della compilazione dell'ordine saranno utilizzati da al fine di svolgere le operazioni da Lei richieste. I dati da Lei comunicati saranno infatti inseriti in un archivio anagrafico clienti al momento della prima registrazione sul Sito, con digitazione di un codice identificativo ed una password che dovrà essere da Lei conservata ed utilizzata per le successive operazioni

I dati forniti saranno trattati direttamente da per le seguenti finalità:
- per l'elaborazione e trasmissione delle comunicazioni previste dalle condizioni del contratto;
- per l'invio di fatture commerciali

In merito alle modalità di trattamento, si precisa che gli indicati trattamenti potranno essere eseguiti soltanto dai responsabili e dagli incaricati autorizzati da usando supporti cartacei o informatici e/o telematici. In ogni caso il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza in conformità con la disciplina vigente. I dati conferiti non saranno oggetto di diffusione a terzi, salvo per la gestione stessa dei dati da parte di soggetti specializzati ed incaricati da .
In ottemperanza alla suddetta Normativa, di seguito riepiloghiamo le metodologie applicate per il trattamento dei dati da parte della nostra Società che implicano raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati in nostro possesso e gli scopi che perseguiamo con ciascuna di esse:
Marketing e Strategie Commerciali: elaborazione dei dati da Lei forniti e di quelli desunti dalle Sue navigazioni in rete allo scopo di definire delle statistiche inerenti gli interessi da Lei manifestati nei confronti dei Prodotti e Servizi offerti da per finalità di marketing e/o attività promozionali in genere;
Gestione amministrativa: raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati per scopi amministrativo - contabili, compresa l'eventuale trasmissione per posta elettronica di informative e/o fatture commerciali;
In particolare, per quanto concerne, le modalità del trattamento dei dati, gradiamo comunicare che tutti i dati sono conservati in un apposito archivio tenuto sotto costante controllo e continuo aggiornamento da parte di personale adeguatamente formato. Inoltre è stata redatta una procedura operativa interna (Documento Programmatico Sulla Sicurezza - DPSS). In tale documento viene definito più nel dettaglio il metodo utilizzato per l'applicazione di adeguate misure di sicurezza per la protezione e la riservatezza dei dati. Per completezza, desideriamo infornarla che il conferimento dei dati personali è necessario nella misura in cui essi sono utilizzati per l'esecuzione da parte della nostra Società di obblighi contrattuali e/o di legge.
Dati di navigazione Il sito web raccoglie informazioni tecniche relative all'hardware e al software utilizzati dai visitatori, autonomamente attraverso l'ausilio di strumenti per l'analisi dei file di collegamento. Tali informazioni riguardano:

- indirizzo IP
- tipo di browser
- Internet service provider
- sistema operativo
- nome di dominio e indirizzi di siti Web dai quali ha effettuato l'accesso o l'uscita (referring/exit pages)
- informazioni sulle pagine visitate dai lettori all'interno del sito
- orario d'accesso
- permanenza sulla singola pagina
- analisi di percorso interno (clickstream)
- risoluzione video
- tipo di connessione
- nazione da cui l'utente si collega
- presenza di plugin java installati

Tali informazioni non forniscono dati personali del lettore, ma solo dati di carattere tecnico/informatico che sono raccolti ed utilizzati in maniera aggregata ed anonima al solo scopo di migliorare la qualità del servizio e fornire statistiche concernenti l'uso del sito, suddetti dati vengono cancellati subito dopo l'elaborazione.
Registrazione
Nell'ambito del processo di registrazione, il lettore è tenuto a scegliere una propria user ID ed una password. Inoltre il lettore è tenuto a fornire specifiche informazioni che dovranno essere corrette ed aggiornate. Il lettore non può scegliere la user ID di un'altra persona con l'intento di utilizzarne l'identità. Inoltre non può utilizzare la user ID di un'altra persona senza la sua espressa autorizzazione. E' inoltre vietato l'uso di user ID che l'editore, discrezionalmente, riterrà lesivi di diritti di terzi, o comunque offensivi o scurrili. La password scelta dai lettori al momento della registrazione ai servizi e inserita nel relativo modulo o form di registrazione è personale e non può essere ceduta. I lettori sono tenuti a custodire con la massima diligenza e a mantenere riservata la password al fine di prevenire l'utilizzo del servizio da parte di terzi non autorizzati. Essi saranno pertanto responsabili di qualsiasi utilizzo, compiuto da terzi autorizzati o non autorizzati, dei suddetti identificativi nonchè di qualsiasi danno arrecato al titolare del blog, all'editore e/o a terzi, in dipendenza della mancata osservanza di quanto sopra.
Il lettore non può inviare, distribuire o in ogni modo pubblicare negli spazi abilitati a tale scopo contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo, o a qualsiasi titolo illegale.
Il lettore si impegna a non assumere atteggiamenti violenti o ad aggredire verbalmente gli altri lettori, astenendosi dall'utilizzo di termini calunniosi, e a non interrompere intenzionalmente le discussioni con messaggi ripetitivi, con messaggi privi di significato o con azioni finalizzate alla vendita di prodotti o servizi.
Il lettore si impegna ad utilizzare un linguaggio rispettoso, tenendo conto che la comunità cresce solo se i suoi membri si sentono ben accetti e rispettati. Il lettore si impegna a non utilizzare termini violenti o che discriminino sulla base della razza, religione, genere, inclinazioni sessuali, disabilità fisiche o mentali e altro. L'uso di linguaggio violento sarà motivo per la sospensione immediata e per l'espulsione definita a tutti o a parte dei servizi del sito.

Accedendo al sito e ai relativi servizi, il lettore si obbliga a:
a.non utilizzare il sito o il materiale in esso inserito per perseguire scopi illegali
b.non utilizzare il sito in modo da interrompere, danneggiare o rendere meno efficiente una parte o la totalità di esso o in modo da danneggiare in qualche modo l'efficacia o la funzionalità del sito;
c.non utilizzare il sito per la trasmissione o il collocamento di virus o qualsiasi altro materiale che in qualche modo possa creare pregiudizio in ogni sua forma;
d.non utilizzare il sito in modo da costituire una violazione di persone o ditte (compresi, ma ad essi non limitati, i diritti di copyright o riservatezza).
e.non utilizzare il sito per trasmettere materiale a scopo pubblicitario e/o promozionale senza il permesso scritto dell'editore.

Il mancato rispetto di queste regole comporta la violazione di queste condizioni generali di utilizzo e può determinare l'immediato annullamento dell'account del soggetto autore della violazione. In caso di effettivo o potenziale utilizzo non autorizzato del proprio account, il lettore è invitato a segnalarlo, fornendo ogni dettagliata notizia in merito alla violazione, e dando comunicazione di perdita, sottrazione non autorizzata, furto, della propria password e delle proprie informazioni personali. Il lettore è consapevole che deve avere compiuto i 18 anni di età per iscriversi al servizio, anche se persone di ogni età possono accedere allo stesso. I minori di anni 18 devono essere assistiti ed autorizzati dagli esercenti la potestà di genitore. Il lettore è pienamente responsabile per ogni azione intrapresa attraverso il suo account, sia direttamente sia attraverso terzi da lui autorizzati. Ogni utilizzo abusivo, fraudolento o in ogni caso illegale è causa dell'immediato annullamento dell'account, ad insindacabile giudizio dell'editore o del gestore del sito, fermo restando l'esercizio di ogni azione legale da parte degli aventi diritto.
Con l'accettazione della presente il lettore dichiara la veridicità di tutte le dichiarazioni rese in fase d'iscrizione al sito.
La informiamo, inoltre, che ogni interessato può esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003: In relazione al trattamento di dati personali:

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
3. L'interessato ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Per esercitare i diritti previsti all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003 e sopra riassunti l'utente dovrà rivolgere richiesta scritta indirizzata a


Rimozione
Se non desiderate essere contattati in futuro, potete chiederlo collegandoVi o inviando una mail all'indirizzo inff@mail indicando l'indirizzo e-mail (o tutti gli indirizzi facenti capo ad un dominio, nella vostra disponibilità) e/o fax di cui volete l'esclusione.

Titolare del trattamento dei dati è - per l'elaborazione e trasmissione delle comunicazioni previste dalle condizioni del contratto;
- per l'invio di fatture commerciali

In merito alle modalità di trattamento, si precisa che gli indicati trattamenti potranno essere eseguiti soltanto dai responsabili e dagli incaricati autorizzati da usando supporti cartacei o informatici e/o telematici. In ogni caso il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza in conformità con la disciplina vigente. I dati conferiti non saranno oggetto di diffusione a terzi, salvo per la gestione stessa dei dati da parte di soggetti specializzati ed incaricati da .
In ottemperanza alla suddetta Normativa, di seguito riepiloghiamo le metodologie applicate per il trattamento dei dati da parte della nostra Società che implicano raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati in nostro possesso e gli scopi che perseguiamo con ciascuna di esse:
Marketing e Strategie Commerciali: elaborazione dei dati da Lei forniti e di quelli desunti dalle Sue navigazioni in rete allo scopo di definire delle statistiche inerenti gli interessi da Lei manifestati nei confronti dei Prodotti e Servizi offerti da per finalità di marketing e/o attività promozionali in genere;
Gestione amministrativa: raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati per scopi amministrativo - contabili, compresa l'eventuale trasmissione per posta elettronica di informative e/o fatture commerciali;
In particolare, per quanto concerne, le modalità del trattamento dei dati, gradiamo comunicare che tutti i dati sono conservati in un apposito archivio tenuto sotto costante controllo e continuo aggiornamento da parte di personale adeguatamente formato. Inoltre è stata redatta una procedura operativa interna (Documento Programmatico Sulla Sicurezza - DPSS). In tale documento viene definito più nel dettaglio il metodo utilizzato per l'applicazione di adeguate misure di sicurezza per la protezione e la riservatezza dei dati. Per completezza, desideriamo infornarla che il conferimento dei dati personali è necessario nella misura in cui essi sono utilizzati per l'esecuzione da parte della nostra Società di obblighi contrattuali e/o di legge.
Dati di navigazione Il sito web raccoglie informazioni tecniche relative all'hardware e al software utilizzati dai visitatori, autonomamente attraverso l'ausilio di strumenti per l'analisi dei file di collegamento. Tali informazioni riguardano:

- indirizzo IP
- tipo di browser
- Internet service provider
- sistema operativo
- nome di dominio e indirizzi di siti Web dai quali ha effettuato l'accesso o l'uscita (referring/exit pages)
- informazioni sulle pagine visitate dai lettori all'interno del sito
- orario d'accesso
- permanenza sulla singola pagina
- analisi di percorso interno (clickstream)
- risoluzione video
- tipo di connessione
- nazione da cui l'utente si collega
- presenza di plugin java installati

Tali informazioni non forniscono dati personali del lettore, ma solo dati di carattere tecnico/informatico che sono raccolti ed utilizzati in maniera aggregata ed anonima al solo scopo di migliorare la qualità del servizio e fornire statistiche concernenti l'uso del sito, suddetti dati vengono cancellati subito dopo l'elaborazione.
Registrazione
Nell'ambito del processo di registrazione, il lettore è tenuto a scegliere una propria user ID ed una password. Inoltre il lettore è tenuto a fornire specifiche informazioni che dovranno essere corrette ed aggiornate. Il lettore non può scegliere la user ID di un'altra persona con l'intento di utilizzarne l'identità. Inoltre non può utilizzare la user ID di un'altra persona senza la sua espressa autorizzazione. E' inoltre vietato l'uso di user ID che l'editore, discrezionalmente, riterrà lesivi di diritti di terzi, o comunque offensivi o scurrili. La password scelta dai lettori al momento della registrazione ai servizi e inserita nel relativo modulo o form di registrazione è personale e non può essere ceduta. I lettori sono tenuti a custodire con la massima diligenza e a mantenere riservata la password al fine di prevenire l'utilizzo del servizio da parte di terzi non autorizzati. Essi saranno pertanto responsabili di qualsiasi utilizzo, compiuto da terzi autorizzati o non autorizzati, dei suddetti identificativi nonchè di qualsiasi danno arrecato al titolare del blog, all'editore e/o a terzi, in dipendenza della mancata osservanza di quanto sopra.
Il lettore non può inviare, distribuire o in ogni modo pubblicare negli spazi abilitati a tale scopo contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo, o a qualsiasi titolo illegale.
Il lettore si impegna a non assumere atteggiamenti violenti o ad aggredire verbalmente gli altri lettori, astenendosi dall'utilizzo di termini calunniosi, e a non interrompere intenzionalmente le discussioni con messaggi ripetitivi, con messaggi privi di significato o con azioni finalizzate alla vendita di prodotti o servizi.
Il lettore si impegna ad utilizzare un linguaggio rispettoso, tenendo conto che la comunità cresce solo se i suoi membri si sentono ben accetti e rispettati. Il lettore si impegna a non utilizzare termini violenti o che discriminino sulla base della razza, religione, genere, inclinazioni sessuali, disabilità fisiche o mentali e altro. L'uso di linguaggio violento sarà motivo per la sospensione immediata e per l'espulsione definita a tutti o a parte dei servizi del sito.

Accedendo al sito e ai relativi servizi, il lettore si obbliga a:
a.non utilizzare il sito o il materiale in esso inserito per perseguire scopi illegali
b.non utilizzare il sito in modo da interrompere, danneggiare o rendere meno efficiente una parte o la totalità di esso o in modo da danneggiare in qualche modo l'efficacia o la funzionalità del sito;
c.non utilizzare il sito per la trasmissione o il collocamento di virus o qualsiasi altro materiale che in qualche modo possa creare pregiudizio in ogni sua forma;
d.non utilizzare il sito in modo da costituire una violazione di persone o ditte (compresi, ma ad essi non limitati, i diritti di copyright o riservatezza).
e.non utilizzare il sito per trasmettere materiale a scopo pubblicitario e/o promozionale senza il permesso scritto dell'editore.

Il mancato rispetto di queste regole comporta la violazione di queste condizioni generali di utilizzo e può determinare l'immediato annullamento dell'account del soggetto autore della violazione. In caso di effettivo o potenziale utilizzo non autorizzato del proprio account, il lettore è invitato a segnalarlo, fornendo ogni dettagliata notizia in merito alla violazione, e dando comunicazione di perdita, sottrazione non autorizzata, furto, della propria password e delle proprie informazioni personali. Il lettore è consapevole che deve avere compiuto i 18 anni di età per iscriversi al servizio, anche se persone di ogni età possono accedere allo stesso. I minori di anni 18 devono essere assistiti ed autorizzati dagli esercenti la potestà di genitore. Il lettore è pienamente responsabile per ogni azione intrapresa attraverso il suo account, sia direttamente sia attraverso terzi da lui autorizzati. Ogni utilizzo abusivo, fraudolento o in ogni caso illegale è causa dell'immediato annullamento dell'account, ad insindacabile giudizio dell'editore o del gestore del sito, fermo restando l'esercizio di ogni azione legale da parte degli aventi diritto.
Con l'accettazione della presente il lettore dichiara la veridicità di tutte le dichiarazioni rese in fase d'iscrizione al sito.
La informiamo, inoltre, che ogni interessato può esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003: In relazione al trattamento di dati personali:

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
3. L'interessato ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Per esercitare i diritti previsti all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003 e sopra riassunti l'utente dovrà rivolgere richiesta scritta indirizzata a


Rimozione
Se non desiderate essere contattati in futuro, potete chiederlo collegandoVi o inviando una mail all'indirizzo info@bqlive.co.uk indicando l'indirizzo e-mail (o tutti gli indirizzi facenti capo ad un dominio, nella vostra disponibilità) e/o fax di cui volete l'esclusione.

Titolare del trattamento dei dati è

Fields marked with an asterisk (*) are required

Click here to read our privacy statement