BQ Live: Finding funding

BQ Live: Finding funding

BQ tackles the question on every business leader's mind - where's the finance and how do I access it?

The issue: It is undeniable that companies large and small are finding it more difficult than ever to access finance for start-ups, growth and development. How do businesses best position themselves to attract finance and investment in today’s economic environment?

BQLiveyonePut a bunch of business leaders, advisers and bankers together for a discussion in a place like the Leeds Malmaison on a Thursday night, and it doesn’t take long to reach a consensus that there is indeed a problem about companies getting access to finance.

It’s a view held by many companies too, not just start-ups.

In our discussion, chaired by Caroline Theobald of the Bridge Club and sponsored by Deloitte and Eversheds, we had two companies who could hardly have come from more different ends of the spectrum.

But both had tales to tell of frustrations in finding funding.

First was Sarah Dunwell, chief executive of Leeds-based social enterprise Create, which aims to get rough sleepers back into work by training them to get jobs in the catering industry.

Unlike Jamie Oliver’s Fifteen Foundation, it aims to get a large number in at entry level, rather than train up a smaller number for much more senior roles.

As a result, the organisation, which was founded four years ago and is backed by Yorkshire Bank, has opened a restaurant in Leeds on the corner of King Street and St Paul’s Street.

But it is currently looking to expand into four more cities in Yorkshire.

Chief executive Sarah Dunwell said she had found looking for backing for such a venture quite hard work.

She admitted that, being a social enterprise, she was limited in what she could offer potential investors as a return – although social enterprises by law are allowed to share out up to 35% of profits.

She was hoping to find an investor “with a portfolio that is big enough and just wants a bit of social investment to add on”.

But at one point in the discussion she admitted there were many things she had wished she had known before starting out.

“I wish I had known how long it takes to get your company ready for getting finance,” she said, “so we could prepare ourselves and get ahead of that curve by strengthening our board and management team, and so that I could start that readiness process early enough.

If it takes nine months it’s worth knowing that’s how long it takes.” At the other extreme was Stuart Paver, managing director of family-run Pavers, a Yorkshire-based shoe store chain that has more than 100 branches in the UK and a joint venture in India.

He said his company was in the lucky position of not needing any extra finance – but that didn’t mean he hadn’t had recent experience of other companies trying to access finance.

“The UK banks claim they are open for business,” he said, “but if we turned away customers as good as the banks are currently turning away, we wouldn’t be still in business.

Paver revealed that in the past two years the company had actually been lending to developers through an agent.

“We would receive 12% interest, and the agent gets 5%, and the developer still gets money at the end.

And yet before he comes to us he has been to every single bank in the UK for a loan, and they won’t lend it.

And yet these developers will never borrow more than 50% of the asset value, and not one of the 30 or so opportunities we have taken up have ever had any difficulty paying it back.

In fact, some of them have been back to us two or three times during this period.

BQLiveytwoThey can afford to pay effectively 17% interest.” He thought the problem was essentially one of credibility.

“The banks too easily say no to credible propositions,” he said.

“We have also just put some other money into a different venture for photovoltaic (PV) panels.

They were willing to pay 20% over a six-month period.

And even in the worst fallback they would still end up with getting income off Government-subsidised PV panels, but still they couldn’t get a bank interested.” Faced with that barrage, how would banks respond? Over the course of the evening many of those represented, including Santander, HSBC, Lloyds Banking Group and Yorkshire Bank, were keen to stress that situation was not as bad as all that.

Martyn Kendrick, area director for Lloyds TSB, wanted to challenge some of the assumptions that had been put out by the press.

“Reports say our balance sheets are eroding,” he said, “when ours actually grew by 4% last year.

The key piece is having confidence in business.

How can the press help us stimulate that confidence?” Jason Trigg, regional director for HSBC, said he certainly didn’t want to put out the message that banks weren’t lending, and had seen first-hand the effect that such reports had on business.

“Banks do want to lend money,” he said.

“If we ever stop doing so, we won’t survive.

I do come across, for example, a customer who is impeccable and who has a brand-new machine in the corner of his factory which has been paid for out of valuable cashflow because they have seen on the TV that banks are not lending.” And Neil Williams, regional director from Santander, said it wasn’t so much a change of heart on the part of the banks as a return to more conventional situation than had existed in the middle of the last decade.

“In the early 1980s when I started in banking, banks would typically loan only up to 60% on any deal,” he said.

“But over the past decade they have been going over each other so much to lend that they have been willing to put 85% or even 90% in.

All that has happened is that the banks have tried to redress that, although they have had to do so very quickly.

It’s just that the market hasn’t adapted to the new environment.” He felt businesses would have to “selfgenerate” the rest.

But how could this be done? Was it possible, said Dan Renton, a director at Deloitte, to “focus more on growth from cashflow”, and was it healthy to do so in the current climate? Kerry Swain, an investment manager from Leeds-based Endless, said cash supply was indeed something her turnaround looked at with each new company it invested in.

“We often spend the first 100 days looking at finance, looking at funding shortfalls, and short-term funding, and things like that,” she said.

Stuart Paver said that if anyone wanted to see how this might work very effectively in practice, they only had to see how Amazon behaved.

“They reduce the cash to cash time,” he said. “If you compete with them it is a waste of time. They are not interested in generating a profit on sales. They buy product with the intention of paying for it on day 65 and selling it on day 32 on average. So the more business they generate, the more cash they have got. They don’t care if they are making a profit.

They start discounting and discounting, so it becomes uncompetitive for everybody else.” Yet Tim Simpson, managing director of Leedsbased Park Place Corporate Finance, was more sceptical of the need to manipulate the balance sheet like that.

“I know a company that likes to take the linear approach,” he said, “They always require customers to pay before. How can they do that? Because they have a bloody good product. That is the point. You need to produce value to the world. Look at what value your activity is creating. This company is lending money to others, and buying stock in advance.

All good businesses do that.” There was a general feeling that finance was not the only issue either.

BQLiveythreeMany felt relations between banks and companies looking for funding could be more effectively managed as well.

Simpson felt the process had become far too bureaucratic, with prospective borrowers being asked to fill out forms that were in some cases 90 pages long.

“The big issue is getting the money to flow between the two,” he said.

“Dealmaking has become far too bureaucratic and expensive. We need to find a way of short-circuiting dealmaking bureaucracy.

“Rather like criminals being made to visit victims of crime,” he said, “if you are borrowing from an individual, you are much more likely to repay them. There was a time when a bank manager had a much better role in society than he does now. Bringing that personal interaction back is absolutely critical.” Williams said the banks were only acting on the advice of lawyers in demanding such supplementary documentation.

“But I can’t remember any case we have lost because the documents weren’t right,” he said.

“Only a small percentage of problems get to court anyway.” In defence of lawyers, Peter Cranston, head of restructuring in the north at Eversheds, said the lengthy forms companies needed to fill in were partly the result of a risk-averse culture trickling down from bigger to smaller deals.

“Everything starts with investment grade amounts,” he said.

“What we do is too heavy duty, and that comes from a riskaverse environment, which is fed down from investment grade into every grade.” But it was by no means only professionals and funders who were felt to be the problem.

Many around the table felt companies applying for funding also needed to be better educated, and more realistic about what they were likely to get. Many of the bankers around the table agreed with Williams who said he had come across too many cases of, for example, restaurant owners applying for finance who couldn’t even say what their average number of covers a night was.

Gary Lumby, director of small business at Yorkshire and Clydesdale Banks, said he feared such a situation would only get worse with the loss of a proactive Business Link in the region.

“On November 25 this year it becomes a website and call centre only,” he said.

Paver said he wished banks would create more packs for borrowers that were tailored to specific industries – something most of the banks said they were already doing.

And while Matthew Hughes, an audit partner at Deloitte, said he felt more support should be given to mentoring networks to educate businesses, or to non-executive directors, Lumby was not so sure.

“Not everyone can afford non-executives,” he said. “And we have a mentor programme through the Clydesdale Bank that was free, but our customers just don’t use it – even though we use only proven mentors.” Mike Reynolds, a former finance director at Cosalt who is now building up a care home business, said he felt many businesses were overcautious and overprotective when it came to working with mentors.

“There’s certainly a case of, ‘I don’t want them to know how much we turn over,’” he said. So what, then, would they all say to Sarah Dunwell’s predicament in getting funding, mentioned at the start? How would they advise her to proceed? Swain agreed that early intervention was always a good strategy. She said it was the major failing of many of the companies who came knocking at Endless’s door.

“You look a lot more credible going in early to talk about your finance issues than if you go and say, ‘Next month I am going to run out of cash,’” she said. Peter Cranston, who works in restructuring, agreed.

“It’s the discipline of information that is important,” he said. “By the time problem situations get around to me the financial information is often disarrayed by organisational disarray. Something which is unravelling scares people off.” So to avoid such issues, many agreed with Dan Renton that the most important thing to come equipped with was a credible business plan.

His Deloitte colleague Matthew Hughes went further: “If you don’t know your own business plan, how can someone invest in you? You have to remember that people invest because they want to make money. You need to understand your risk and your weaknesses, and then we can have a conversation.”

Thoughts from the BQ round table debate

Dan Renton, director in corporate finance for Deloitte in Yorkshire “In my opinion, the most important item discussed was how we bring entrepreneurs together with funders in a way that fosters trust, builds a relationship and ultimately a business solution.

Many entrepreneurs complain that finance simply isn’t available; conversely, many banks complain that they would welcome further opportunities to lend, so something isn’t working in the right way all of the time. To start that conversation those looking to raise finance must be well prepared and have a thorough, well thought-through business plan. That business plan should articulate opportunity, but also be honest enough to consider risks and challenges.

Above all, the proposition should be based on delivering something stronger, better, more compelling than existing competition. A strong plan will attract strong interest. For their part, funders need to continue to invest time as well as money building business relationships with the very many talented and ambitious business leaders we have in our region.

The financial community holds commercial experience that many companies would find simply invaluable and a richer business conversation will drive opportunity for lender and company alike. Today’s younger, entrepreneurial businesses are tomorrow’s PLCs and we simply must support them in these difficult economic times.”

BQ Live is a series of informative debates designed to further contribute to the success and prosperity of our regional economy through the debate, discussion and feedback of a range of key business topics and issues.

×

Subscribe

Our BQ Bulletin emails will land in your inbox at 7.30am, Monday to Friday, with a mix of the latest local business news, national news, and features to inspire you. Sign up here!

User registration

Gentile Utente,
ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/2003 recante disposizioni a tutela delle persone e degli altri soggetti trattamento dei dati personali, desideriamo informarLa che i dati personali da Lei comunicati al momento della registrazione sul Sito e della compilazione dell'ordine saranno utilizzati da al fine di svolgere le operazioni da Lei richieste. I dati da Lei comunicati saranno infatti inseriti in un archivio anagrafico clienti al momento della prima registrazione sul Sito, con digitazione di un codice identificativo ed una password che dovrà essere da Lei conservata ed utilizzata per le successive operazioni

I dati forniti saranno trattati direttamente da per le seguenti finalità:
- per l'elaborazione e trasmissione delle comunicazioni previste dalle condizioni del contratto;
- per l'invio di fatture commerciali

In merito alle modalità di trattamento, si precisa che gli indicati trattamenti potranno essere eseguiti soltanto dai responsabili e dagli incaricati autorizzati da usando supporti cartacei o informatici e/o telematici. In ogni caso il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza in conformità con la disciplina vigente. I dati conferiti non saranno oggetto di diffusione a terzi, salvo per la gestione stessa dei dati da parte di soggetti specializzati ed incaricati da .
In ottemperanza alla suddetta Normativa, di seguito riepiloghiamo le metodologie applicate per il trattamento dei dati da parte della nostra Società che implicano raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati in nostro possesso e gli scopi che perseguiamo con ciascuna di esse:
Marketing e Strategie Commerciali: elaborazione dei dati da Lei forniti e di quelli desunti dalle Sue navigazioni in rete allo scopo di definire delle statistiche inerenti gli interessi da Lei manifestati nei confronti dei Prodotti e Servizi offerti da per finalità di marketing e/o attività promozionali in genere;
Gestione amministrativa: raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati per scopi amministrativo - contabili, compresa l'eventuale trasmissione per posta elettronica di informative e/o fatture commerciali;
In particolare, per quanto concerne, le modalità del trattamento dei dati, gradiamo comunicare che tutti i dati sono conservati in un apposito archivio tenuto sotto costante controllo e continuo aggiornamento da parte di personale adeguatamente formato. Inoltre è stata redatta una procedura operativa interna (Documento Programmatico Sulla Sicurezza - DPSS). In tale documento viene definito più nel dettaglio il metodo utilizzato per l'applicazione di adeguate misure di sicurezza per la protezione e la riservatezza dei dati. Per completezza, desideriamo infornarla che il conferimento dei dati personali è necessario nella misura in cui essi sono utilizzati per l'esecuzione da parte della nostra Società di obblighi contrattuali e/o di legge.
Dati di navigazione Il sito web raccoglie informazioni tecniche relative all'hardware e al software utilizzati dai visitatori, autonomamente attraverso l'ausilio di strumenti per l'analisi dei file di collegamento. Tali informazioni riguardano:

- indirizzo IP
- tipo di browser
- Internet service provider
- sistema operativo
- nome di dominio e indirizzi di siti Web dai quali ha effettuato l'accesso o l'uscita (referring/exit pages)
- informazioni sulle pagine visitate dai lettori all'interno del sito
- orario d'accesso
- permanenza sulla singola pagina
- analisi di percorso interno (clickstream)
- risoluzione video
- tipo di connessione
- nazione da cui l'utente si collega
- presenza di plugin java installati

Tali informazioni non forniscono dati personali del lettore, ma solo dati di carattere tecnico/informatico che sono raccolti ed utilizzati in maniera aggregata ed anonima al solo scopo di migliorare la qualità del servizio e fornire statistiche concernenti l'uso del sito, suddetti dati vengono cancellati subito dopo l'elaborazione.
Registrazione
Nell'ambito del processo di registrazione, il lettore è tenuto a scegliere una propria user ID ed una password. Inoltre il lettore è tenuto a fornire specifiche informazioni che dovranno essere corrette ed aggiornate. Il lettore non può scegliere la user ID di un'altra persona con l'intento di utilizzarne l'identità. Inoltre non può utilizzare la user ID di un'altra persona senza la sua espressa autorizzazione. E' inoltre vietato l'uso di user ID che l'editore, discrezionalmente, riterrà lesivi di diritti di terzi, o comunque offensivi o scurrili. La password scelta dai lettori al momento della registrazione ai servizi e inserita nel relativo modulo o form di registrazione è personale e non può essere ceduta. I lettori sono tenuti a custodire con la massima diligenza e a mantenere riservata la password al fine di prevenire l'utilizzo del servizio da parte di terzi non autorizzati. Essi saranno pertanto responsabili di qualsiasi utilizzo, compiuto da terzi autorizzati o non autorizzati, dei suddetti identificativi nonchè di qualsiasi danno arrecato al titolare del blog, all'editore e/o a terzi, in dipendenza della mancata osservanza di quanto sopra.
Il lettore non può inviare, distribuire o in ogni modo pubblicare negli spazi abilitati a tale scopo contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo, o a qualsiasi titolo illegale.
Il lettore si impegna a non assumere atteggiamenti violenti o ad aggredire verbalmente gli altri lettori, astenendosi dall'utilizzo di termini calunniosi, e a non interrompere intenzionalmente le discussioni con messaggi ripetitivi, con messaggi privi di significato o con azioni finalizzate alla vendita di prodotti o servizi.
Il lettore si impegna ad utilizzare un linguaggio rispettoso, tenendo conto che la comunità cresce solo se i suoi membri si sentono ben accetti e rispettati. Il lettore si impegna a non utilizzare termini violenti o che discriminino sulla base della razza, religione, genere, inclinazioni sessuali, disabilità fisiche o mentali e altro. L'uso di linguaggio violento sarà motivo per la sospensione immediata e per l'espulsione definita a tutti o a parte dei servizi del sito.

Accedendo al sito e ai relativi servizi, il lettore si obbliga a:
a.non utilizzare il sito o il materiale in esso inserito per perseguire scopi illegali
b.non utilizzare il sito in modo da interrompere, danneggiare o rendere meno efficiente una parte o la totalità di esso o in modo da danneggiare in qualche modo l'efficacia o la funzionalità del sito;
c.non utilizzare il sito per la trasmissione o il collocamento di virus o qualsiasi altro materiale che in qualche modo possa creare pregiudizio in ogni sua forma;
d.non utilizzare il sito in modo da costituire una violazione di persone o ditte (compresi, ma ad essi non limitati, i diritti di copyright o riservatezza).
e.non utilizzare il sito per trasmettere materiale a scopo pubblicitario e/o promozionale senza il permesso scritto dell'editore.

Il mancato rispetto di queste regole comporta la violazione di queste condizioni generali di utilizzo e può determinare l'immediato annullamento dell'account del soggetto autore della violazione. In caso di effettivo o potenziale utilizzo non autorizzato del proprio account, il lettore è invitato a segnalarlo, fornendo ogni dettagliata notizia in merito alla violazione, e dando comunicazione di perdita, sottrazione non autorizzata, furto, della propria password e delle proprie informazioni personali. Il lettore è consapevole che deve avere compiuto i 18 anni di età per iscriversi al servizio, anche se persone di ogni età possono accedere allo stesso. I minori di anni 18 devono essere assistiti ed autorizzati dagli esercenti la potestà di genitore. Il lettore è pienamente responsabile per ogni azione intrapresa attraverso il suo account, sia direttamente sia attraverso terzi da lui autorizzati. Ogni utilizzo abusivo, fraudolento o in ogni caso illegale è causa dell'immediato annullamento dell'account, ad insindacabile giudizio dell'editore o del gestore del sito, fermo restando l'esercizio di ogni azione legale da parte degli aventi diritto.
Con l'accettazione della presente il lettore dichiara la veridicità di tutte le dichiarazioni rese in fase d'iscrizione al sito.
La informiamo, inoltre, che ogni interessato può esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003: In relazione al trattamento di dati personali:

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
3. L'interessato ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Per esercitare i diritti previsti all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003 e sopra riassunti l'utente dovrà rivolgere richiesta scritta indirizzata a


Rimozione
Se non desiderate essere contattati in futuro, potete chiederlo collegandoVi o inviando una mail all'indirizzo inff@mail indicando l'indirizzo e-mail (o tutti gli indirizzi facenti capo ad un dominio, nella vostra disponibilità) e/o fax di cui volete l'esclusione.

Titolare del trattamento dei dati è - per l'elaborazione e trasmissione delle comunicazioni previste dalle condizioni del contratto;
- per l'invio di fatture commerciali

In merito alle modalità di trattamento, si precisa che gli indicati trattamenti potranno essere eseguiti soltanto dai responsabili e dagli incaricati autorizzati da usando supporti cartacei o informatici e/o telematici. In ogni caso il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza in conformità con la disciplina vigente. I dati conferiti non saranno oggetto di diffusione a terzi, salvo per la gestione stessa dei dati da parte di soggetti specializzati ed incaricati da .
In ottemperanza alla suddetta Normativa, di seguito riepiloghiamo le metodologie applicate per il trattamento dei dati da parte della nostra Società che implicano raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati in nostro possesso e gli scopi che perseguiamo con ciascuna di esse:
Marketing e Strategie Commerciali: elaborazione dei dati da Lei forniti e di quelli desunti dalle Sue navigazioni in rete allo scopo di definire delle statistiche inerenti gli interessi da Lei manifestati nei confronti dei Prodotti e Servizi offerti da per finalità di marketing e/o attività promozionali in genere;
Gestione amministrativa: raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati per scopi amministrativo - contabili, compresa l'eventuale trasmissione per posta elettronica di informative e/o fatture commerciali;
In particolare, per quanto concerne, le modalità del trattamento dei dati, gradiamo comunicare che tutti i dati sono conservati in un apposito archivio tenuto sotto costante controllo e continuo aggiornamento da parte di personale adeguatamente formato. Inoltre è stata redatta una procedura operativa interna (Documento Programmatico Sulla Sicurezza - DPSS). In tale documento viene definito più nel dettaglio il metodo utilizzato per l'applicazione di adeguate misure di sicurezza per la protezione e la riservatezza dei dati. Per completezza, desideriamo infornarla che il conferimento dei dati personali è necessario nella misura in cui essi sono utilizzati per l'esecuzione da parte della nostra Società di obblighi contrattuali e/o di legge.
Dati di navigazione Il sito web raccoglie informazioni tecniche relative all'hardware e al software utilizzati dai visitatori, autonomamente attraverso l'ausilio di strumenti per l'analisi dei file di collegamento. Tali informazioni riguardano:

- indirizzo IP
- tipo di browser
- Internet service provider
- sistema operativo
- nome di dominio e indirizzi di siti Web dai quali ha effettuato l'accesso o l'uscita (referring/exit pages)
- informazioni sulle pagine visitate dai lettori all'interno del sito
- orario d'accesso
- permanenza sulla singola pagina
- analisi di percorso interno (clickstream)
- risoluzione video
- tipo di connessione
- nazione da cui l'utente si collega
- presenza di plugin java installati

Tali informazioni non forniscono dati personali del lettore, ma solo dati di carattere tecnico/informatico che sono raccolti ed utilizzati in maniera aggregata ed anonima al solo scopo di migliorare la qualità del servizio e fornire statistiche concernenti l'uso del sito, suddetti dati vengono cancellati subito dopo l'elaborazione.
Registrazione
Nell'ambito del processo di registrazione, il lettore è tenuto a scegliere una propria user ID ed una password. Inoltre il lettore è tenuto a fornire specifiche informazioni che dovranno essere corrette ed aggiornate. Il lettore non può scegliere la user ID di un'altra persona con l'intento di utilizzarne l'identità. Inoltre non può utilizzare la user ID di un'altra persona senza la sua espressa autorizzazione. E' inoltre vietato l'uso di user ID che l'editore, discrezionalmente, riterrà lesivi di diritti di terzi, o comunque offensivi o scurrili. La password scelta dai lettori al momento della registrazione ai servizi e inserita nel relativo modulo o form di registrazione è personale e non può essere ceduta. I lettori sono tenuti a custodire con la massima diligenza e a mantenere riservata la password al fine di prevenire l'utilizzo del servizio da parte di terzi non autorizzati. Essi saranno pertanto responsabili di qualsiasi utilizzo, compiuto da terzi autorizzati o non autorizzati, dei suddetti identificativi nonchè di qualsiasi danno arrecato al titolare del blog, all'editore e/o a terzi, in dipendenza della mancata osservanza di quanto sopra.
Il lettore non può inviare, distribuire o in ogni modo pubblicare negli spazi abilitati a tale scopo contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo, o a qualsiasi titolo illegale.
Il lettore si impegna a non assumere atteggiamenti violenti o ad aggredire verbalmente gli altri lettori, astenendosi dall'utilizzo di termini calunniosi, e a non interrompere intenzionalmente le discussioni con messaggi ripetitivi, con messaggi privi di significato o con azioni finalizzate alla vendita di prodotti o servizi.
Il lettore si impegna ad utilizzare un linguaggio rispettoso, tenendo conto che la comunità cresce solo se i suoi membri si sentono ben accetti e rispettati. Il lettore si impegna a non utilizzare termini violenti o che discriminino sulla base della razza, religione, genere, inclinazioni sessuali, disabilità fisiche o mentali e altro. L'uso di linguaggio violento sarà motivo per la sospensione immediata e per l'espulsione definita a tutti o a parte dei servizi del sito.

Accedendo al sito e ai relativi servizi, il lettore si obbliga a:
a.non utilizzare il sito o il materiale in esso inserito per perseguire scopi illegali
b.non utilizzare il sito in modo da interrompere, danneggiare o rendere meno efficiente una parte o la totalità di esso o in modo da danneggiare in qualche modo l'efficacia o la funzionalità del sito;
c.non utilizzare il sito per la trasmissione o il collocamento di virus o qualsiasi altro materiale che in qualche modo possa creare pregiudizio in ogni sua forma;
d.non utilizzare il sito in modo da costituire una violazione di persone o ditte (compresi, ma ad essi non limitati, i diritti di copyright o riservatezza).
e.non utilizzare il sito per trasmettere materiale a scopo pubblicitario e/o promozionale senza il permesso scritto dell'editore.

Il mancato rispetto di queste regole comporta la violazione di queste condizioni generali di utilizzo e può determinare l'immediato annullamento dell'account del soggetto autore della violazione. In caso di effettivo o potenziale utilizzo non autorizzato del proprio account, il lettore è invitato a segnalarlo, fornendo ogni dettagliata notizia in merito alla violazione, e dando comunicazione di perdita, sottrazione non autorizzata, furto, della propria password e delle proprie informazioni personali. Il lettore è consapevole che deve avere compiuto i 18 anni di età per iscriversi al servizio, anche se persone di ogni età possono accedere allo stesso. I minori di anni 18 devono essere assistiti ed autorizzati dagli esercenti la potestà di genitore. Il lettore è pienamente responsabile per ogni azione intrapresa attraverso il suo account, sia direttamente sia attraverso terzi da lui autorizzati. Ogni utilizzo abusivo, fraudolento o in ogni caso illegale è causa dell'immediato annullamento dell'account, ad insindacabile giudizio dell'editore o del gestore del sito, fermo restando l'esercizio di ogni azione legale da parte degli aventi diritto.
Con l'accettazione della presente il lettore dichiara la veridicità di tutte le dichiarazioni rese in fase d'iscrizione al sito.
La informiamo, inoltre, che ogni interessato può esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003: In relazione al trattamento di dati personali:

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
3. L'interessato ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Per esercitare i diritti previsti all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003 e sopra riassunti l'utente dovrà rivolgere richiesta scritta indirizzata a


Rimozione
Se non desiderate essere contattati in futuro, potete chiederlo collegandoVi o inviando una mail all'indirizzo info@bqlive.co.uk indicando l'indirizzo e-mail (o tutti gli indirizzi facenti capo ad un dominio, nella vostra disponibilità) e/o fax di cui volete l'esclusione.

Titolare del trattamento dei dati è

Fields marked with an asterisk (*) are required

Click here to read our privacy statement