What women want

What women want

Women don’t need quotas or leg-ups into the boardroom, says Heather Jackson whose fast-growing organisation has transformed the corporate equality debate.

Waiting anxiously for a meeting which will make or break her business, Heather Jackson ponders what she’s risked to get to this point.

She’s walked out on a £100,000-plus salary by shelving her flourishing consultancy and jeopardised the accompanying comfortable life for her and her two young children.

She’s put her house on the line, having remortgaged it to fund this latest foray as an entrepreneur. Then there’s her reputation.

“They thought I was a sandwich short of a picnic,” she says of the derision she faced from sceptical peers in the Yorkshire business community. In the bank is just enough money to pay her only employee one month’s wages. Beyond that failure looks almost certain for a business that’s leaking money on a daily basis.

“He didn’t know I was a month away from packing it in and getting back to the real world,” she says.

‘He’ was the chief executive of corporate banking at RBS and he was about to change her life.

“I walked out of that meeting with a three-year sponsorship deal that enabled me to grow the team very quickly and within seven months we had 29 global companies working for us, representing 4,000 women.”

Jackson is the founder of An Inspirational Journey, a Leeds-based national organisation now backed by RBS which aims to redress the gender balance in boardrooms without enforced quotas.

Its pioneering approach steers clear of giving women a head start in business or putting men at a disadvantage and has, in a short space of time, won it the support of some of the UK’s biggest corporations.

It has also propelled Jackson into the national spotlight as the go-to girl within media and political quarters on equality in business issues. She even has the Prime Minister on her side – with a letter to prove it.

Her argument is based on simple principals: businesses with a gender balanced boardroom have been proven to perform better than those without. Also, many of the perceived barriers to women in climbing the corporate ladder no longer exist.

There is, it recognises, a pressing need to educate women that there is no glass ceiling and that they can and should apply for executive level roles.

“We need to accept that women and men are different and we shouldn’t expect women to act like men. The world economy needs women to be women and men to be men,” Jackson says.

Her rise to prominence in recent years has been rapid to say the least, with international expansion now beckoning for her firm.

But if risk taking, stubbornness and a very strong male role model hadn’t played their part in her own journey, the corporate equality debate might never have made the meaningful progress it has of late. As a teenager, Jackson looked to have a future as an eminent musician.

At 13 she won a place at music school thanks to her prowess in classical guitar and even performed in front of leading lights like composer John Williams and Spanish virtuoso Segovia.

“I was technically good but my passion and enthusiasm weren’t there. It was a good time but I was doing something that I was making myself good at rather than being naturally good at.”

Jackson’s father is the hugely successful watercolour artist Ashley Jackson whose works are synonymous with Yorkshire and have been exhibited worldwide, adorning the walls of the rich, famous, royal and even a certain Mr Clinton.

“I always put my father on a pedestal and believed if I became a famous guitarist he’d have more respect for me as a person because of his art but actually I realised he’d love and respect me whatever I did. I had been chasing the wrong dream.” Her father’s success did, however, give her the opportunity to grow up in an environment rich in creativity, colour and light.

“His mentor was LS Lowry so I was brought up in the art world and had a fabulous life where I was meeting unique, talented people.

“We weren’t wealthy but I was very wealthy in terms of the experience and the people I met; the entrepreneurs, the artists, musician, actors and business people.”

She recalls how Lowry, just after selling a painting for what was a vast sum at the time, despondently told her father that he felt like a racehorse that had just won its race.

And this notion of being out of control of one’s own success seems to have been something she has strived to avoid throughout her career.

“My father never had an agent, he was always master of his own ship and he brought me up on that idea.” By the time Jackson’s father called her up unexpectedly to ask her to work for him, her ship had spent several years sailing through the retail sector, before following the coast north to Newcastle to study retail marketing.

It had also charted the farthest reaches of the globe to New Zealand where a backpacking Jackson was picked up by a fashion designer who enlisted the Holmfirth lass to assist with a number of store launches for 18 months.

“My father called me up and said: ‘If you can do it for some bugger else, you can do it for me,’ so I did,” she says.

“My father had a gallery anyway but we then built a print company, wrote books – with me writing them and him doing the painting – and then we made TV programmes which taught art.”

Anyone who remembers watching Pebble Mill at One in the 1980s may recall seeing A Brush with Ashley, which ran nationally for three years, with the artist making various other appearances on Yorkshire Television.

As with so many family businesses though, there was an impending conflict which came to a head after 13 years of father and daughter working together.

“One day I decided my dad had everything he wanted in life and had reached his aspirations. He had his family around him, his grandchildren, his Aston Martin and children.

“I realised I hadn’t fulfilled myself. I had taken my dad where he wanted to go but I couldn’t go any further. Instead of looking at him as a father I was looking at him as a product and that was the wrong way to do it so I needed to go out and start my own business.

“This is the best and worst thing I’ve ever done. The worst thing because it shattered the relationship with my father but the best thing in the sense that I went from having a very privileged life to doing the things I wanted to achieve. It was actually sh*t or bust.”

They say the first year in business is always the toughest. But Jackson faced far more pressures than the usual cash flow issues which blight start ups, having split from her husband of eight years at around the same time as the rift with her father caused by her career change. Her ship, it seems, was ready for a new voyage of discovery.

“If I think back, I had lived in a life full of gambles. My father had risked the house on a better life and always taken risks for our future but it could have gone either way.

“At that time I was leading a very staid life but when you’ve been on a rollercoaster or in a Ferrari it’s very hard to then get in Skoda and drive it along at 20mph.

“It was very hard at the time but I had to prove that I could do it. My family and my ex-husband’s family thought I was being a very selfish woman and having a midlife crisis but there was something driving me forward. I was on my own, there’s no doubt about that.”

Hungry for success and eager to make her mark in business, Jackson launched Believe Corporate Relations in 2004.

The company quickly blossomed and before long Jackson was flying solo with a sizeable income and numerous blue-chip clients like Barclays Wealth, Vidal Sassoon and Northern Rail on her books.

The firm was built around its ability to solve problems, but despite its success, there was an underlying problem of its own that needed addressing.

“An executive from National Australia Group told me he didn’t know how to introduce me to people. He said: ‘I know when you come into a company you make a difference, but I don’t know what you do,’ and it was then that I realised I still hadn’t found what I was meant to do.” At this time a 2009 BDO Stoy Hayward report showed that Yorkshire had 16% less women on boards than any other English region.

“Yorkshire was low in the league table because Yorkshire was a law unto itself – it has been run by some very successful men and even now we still have what we call the Yorkshire mafia.”

Jackson often cites the report as her calling as a champion of harmonious, mixed boardrooms. But there were personal reasons too which fired her up for an onslaught on the old ways of tackling corporate equality.

“Everyone believed there was a glass ceiling but there really wasn’t. It’s like the Berlin Wall – it came down a long time ago but it mentally took a while to come down. Women had to accept there was no ceiling.

“I also looked at my children who were 10 and 9 at the time and thought how could I ensure they would have the choice and control to do what they wanted. Giving my children the ability to know I was making changes that would benefit them in the long term was the fire in my belly. In 10 years I want to think that no man or woman thinks they can’t get to the top of the corporate tree.”

She initially launched an initiative called The Two Percent Club, which aimed to bring together women in Yorkshire already operating at the senior corporate level to encourage collaboration, profile raising and new cross sector opportunities.

“Yorkshire was very cynical with what I was doing, really cynical. If I could bring leading women together, firstly they wouldn’t want to network together and secondly, what would it achieve anyway. What it’s achieved is to set women on a drive forward to build something that’s going to be a global model. That came out of cynicism in Yorkshire.”

Then came the launch of the Women’s Business Forum. At this stage, with Believe now on the backburner, Jackson set about raising what little funds were available to her and within six months of jotting down her idea on a sheet of A4, she had created a nationally significant forum. It had even attracted the attention of David Cameron, Jackson explains proudly.

“I received a message of support from the Prime Minister and had 500 women come from all over the UK. I wanted to show women that this was a business issue and was no longer about equality or diversity. I was nearly broke by the time I did the first forum but managed to break even on it.

“I was still doing the corporate relations company but it was coming time to do one or the other.

“I was seriously starting to run out of money but I knew it needed to happen.” The majority of revenue was being driven by the Pearls programme – a membership scheme for women working below the senior level identified within an organisation as having the potential to become a future leader.

It was RBS’s decision to get involved with Jackson’s organisations by supporting it with a three-year sponsorship deal that not only saved it from the brink of being wound down but, less than a year down the line, has helped it to become a national player with global potential.

Today Jackson’s business has 10 members of staff and four strands – the Women’s Business Forum, Two Percent Club, The Pearls programme and a mentoring scheme known as The 150 Programme.

Women from Germany, Spain, France and Italy are all taking advantage of the organisation’s initiatives while plans for spreading the Yorkshire firm’s global reach have also been talked about.

Utilities giant Northumbrian Water, engineering design consultancy Atkins Global and transport plc Arriva are among the business behemoths to support its programmes.

And so it seems An Inspirational Journey has much unexplored and exciting new ground to cover in the future.

Jackson’s own journey, meanwhile, has gone full circle, taking her back to family life in the small town near the Peak District she grew up in and back into the good books of her hero, biggest influence and inspiration, her dad.

Is balanced better?

AISI york8 main

 

Heather Jackson’s belief that gender balanced boardrooms perform better than male dominated ones is not borne out of misplaced idealism but rather is built on very persuasive research. Here BQ looks at some of the evidence behind her tenacious drive to get more women – and the right women – into high places.


  • According to McKinsey & Company research cited in the Davies Report on women on boards, strong stock market growth among European companies is most likely to occur where there is a higher proportion of women in senior management teams.Companies with more women on their boards were found to outperform their rivals with a 42% higher return in sales, 66% higher return on invested capital and 53% higher return on equity. Despite this evidence, the report says, women are under-represented on the company boards of UK plc. In 2009 only 12.2% of directors of FTSE 100 companies were women, and on the boards of FTSE 250 companies the proportion was just 7.3%. By 2010 these figures had moved to 12.5% for FTSE 100 and 7.8% of FTSE 250.

 

  • The Davies report also says that studies, stemming from Solomon Asch’s original work on conformity to majority opinion, have shown that three women are required to change boardroom dynamics,allowing them to become more vocal and their voices to be heard. Further studies have shown that the environment for women in senior roles improves once about a third of leaders at that level are female, and that a’ critical mass’ of 30% or more women at board level or in senior management produces the best financial results.

 

  • A 2011 study by a UK-based asset management firm examined companies with a threshold of at least 20% female representation across FTSE-listed boards. They found that operational and share price performance was significantly higher at one and three year averages for those companies with women making up over 20% of board members than those with lower female representation.

 

  • A report from US research and advisory company Catalyst found that the group of companies with the highest representation or women on their top management teams experienced better financial performance than the group if companies with the lowest women’s representation. Return on Equity (ROE) was found to be 35.1% higher and Total Return to Shareholders was 34% higher.

 

  • Research cited by An Inspirational Journey shows that companies with gender balanced boards achieve 42% higher return on sales, 66% higher return on invested capital and 53% higher return on equity.
×

Subscribe

Our BQ Bulletin emails will land in your inbox at 7.30am, Monday to Friday, with a mix of the latest local business news, national news, and features to inspire you. Sign up here!

User registration

Gentile Utente,
ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/2003 recante disposizioni a tutela delle persone e degli altri soggetti trattamento dei dati personali, desideriamo informarLa che i dati personali da Lei comunicati al momento della registrazione sul Sito e della compilazione dell'ordine saranno utilizzati da al fine di svolgere le operazioni da Lei richieste. I dati da Lei comunicati saranno infatti inseriti in un archivio anagrafico clienti al momento della prima registrazione sul Sito, con digitazione di un codice identificativo ed una password che dovrà essere da Lei conservata ed utilizzata per le successive operazioni

I dati forniti saranno trattati direttamente da per le seguenti finalità:
- per l'elaborazione e trasmissione delle comunicazioni previste dalle condizioni del contratto;
- per l'invio di fatture commerciali

In merito alle modalità di trattamento, si precisa che gli indicati trattamenti potranno essere eseguiti soltanto dai responsabili e dagli incaricati autorizzati da usando supporti cartacei o informatici e/o telematici. In ogni caso il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza in conformità con la disciplina vigente. I dati conferiti non saranno oggetto di diffusione a terzi, salvo per la gestione stessa dei dati da parte di soggetti specializzati ed incaricati da .
In ottemperanza alla suddetta Normativa, di seguito riepiloghiamo le metodologie applicate per il trattamento dei dati da parte della nostra Società che implicano raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati in nostro possesso e gli scopi che perseguiamo con ciascuna di esse:
Marketing e Strategie Commerciali: elaborazione dei dati da Lei forniti e di quelli desunti dalle Sue navigazioni in rete allo scopo di definire delle statistiche inerenti gli interessi da Lei manifestati nei confronti dei Prodotti e Servizi offerti da per finalità di marketing e/o attività promozionali in genere;
Gestione amministrativa: raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati per scopi amministrativo - contabili, compresa l'eventuale trasmissione per posta elettronica di informative e/o fatture commerciali;
In particolare, per quanto concerne, le modalità del trattamento dei dati, gradiamo comunicare che tutti i dati sono conservati in un apposito archivio tenuto sotto costante controllo e continuo aggiornamento da parte di personale adeguatamente formato. Inoltre è stata redatta una procedura operativa interna (Documento Programmatico Sulla Sicurezza - DPSS). In tale documento viene definito più nel dettaglio il metodo utilizzato per l'applicazione di adeguate misure di sicurezza per la protezione e la riservatezza dei dati. Per completezza, desideriamo infornarla che il conferimento dei dati personali è necessario nella misura in cui essi sono utilizzati per l'esecuzione da parte della nostra Società di obblighi contrattuali e/o di legge.
Dati di navigazione Il sito web raccoglie informazioni tecniche relative all'hardware e al software utilizzati dai visitatori, autonomamente attraverso l'ausilio di strumenti per l'analisi dei file di collegamento. Tali informazioni riguardano:

- indirizzo IP
- tipo di browser
- Internet service provider
- sistema operativo
- nome di dominio e indirizzi di siti Web dai quali ha effettuato l'accesso o l'uscita (referring/exit pages)
- informazioni sulle pagine visitate dai lettori all'interno del sito
- orario d'accesso
- permanenza sulla singola pagina
- analisi di percorso interno (clickstream)
- risoluzione video
- tipo di connessione
- nazione da cui l'utente si collega
- presenza di plugin java installati

Tali informazioni non forniscono dati personali del lettore, ma solo dati di carattere tecnico/informatico che sono raccolti ed utilizzati in maniera aggregata ed anonima al solo scopo di migliorare la qualità del servizio e fornire statistiche concernenti l'uso del sito, suddetti dati vengono cancellati subito dopo l'elaborazione.
Registrazione
Nell'ambito del processo di registrazione, il lettore è tenuto a scegliere una propria user ID ed una password. Inoltre il lettore è tenuto a fornire specifiche informazioni che dovranno essere corrette ed aggiornate. Il lettore non può scegliere la user ID di un'altra persona con l'intento di utilizzarne l'identità. Inoltre non può utilizzare la user ID di un'altra persona senza la sua espressa autorizzazione. E' inoltre vietato l'uso di user ID che l'editore, discrezionalmente, riterrà lesivi di diritti di terzi, o comunque offensivi o scurrili. La password scelta dai lettori al momento della registrazione ai servizi e inserita nel relativo modulo o form di registrazione è personale e non può essere ceduta. I lettori sono tenuti a custodire con la massima diligenza e a mantenere riservata la password al fine di prevenire l'utilizzo del servizio da parte di terzi non autorizzati. Essi saranno pertanto responsabili di qualsiasi utilizzo, compiuto da terzi autorizzati o non autorizzati, dei suddetti identificativi nonchè di qualsiasi danno arrecato al titolare del blog, all'editore e/o a terzi, in dipendenza della mancata osservanza di quanto sopra.
Il lettore non può inviare, distribuire o in ogni modo pubblicare negli spazi abilitati a tale scopo contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo, o a qualsiasi titolo illegale.
Il lettore si impegna a non assumere atteggiamenti violenti o ad aggredire verbalmente gli altri lettori, astenendosi dall'utilizzo di termini calunniosi, e a non interrompere intenzionalmente le discussioni con messaggi ripetitivi, con messaggi privi di significato o con azioni finalizzate alla vendita di prodotti o servizi.
Il lettore si impegna ad utilizzare un linguaggio rispettoso, tenendo conto che la comunità cresce solo se i suoi membri si sentono ben accetti e rispettati. Il lettore si impegna a non utilizzare termini violenti o che discriminino sulla base della razza, religione, genere, inclinazioni sessuali, disabilità fisiche o mentali e altro. L'uso di linguaggio violento sarà motivo per la sospensione immediata e per l'espulsione definita a tutti o a parte dei servizi del sito.

Accedendo al sito e ai relativi servizi, il lettore si obbliga a:
a.non utilizzare il sito o il materiale in esso inserito per perseguire scopi illegali
b.non utilizzare il sito in modo da interrompere, danneggiare o rendere meno efficiente una parte o la totalità di esso o in modo da danneggiare in qualche modo l'efficacia o la funzionalità del sito;
c.non utilizzare il sito per la trasmissione o il collocamento di virus o qualsiasi altro materiale che in qualche modo possa creare pregiudizio in ogni sua forma;
d.non utilizzare il sito in modo da costituire una violazione di persone o ditte (compresi, ma ad essi non limitati, i diritti di copyright o riservatezza).
e.non utilizzare il sito per trasmettere materiale a scopo pubblicitario e/o promozionale senza il permesso scritto dell'editore.

Il mancato rispetto di queste regole comporta la violazione di queste condizioni generali di utilizzo e può determinare l'immediato annullamento dell'account del soggetto autore della violazione. In caso di effettivo o potenziale utilizzo non autorizzato del proprio account, il lettore è invitato a segnalarlo, fornendo ogni dettagliata notizia in merito alla violazione, e dando comunicazione di perdita, sottrazione non autorizzata, furto, della propria password e delle proprie informazioni personali. Il lettore è consapevole che deve avere compiuto i 18 anni di età per iscriversi al servizio, anche se persone di ogni età possono accedere allo stesso. I minori di anni 18 devono essere assistiti ed autorizzati dagli esercenti la potestà di genitore. Il lettore è pienamente responsabile per ogni azione intrapresa attraverso il suo account, sia direttamente sia attraverso terzi da lui autorizzati. Ogni utilizzo abusivo, fraudolento o in ogni caso illegale è causa dell'immediato annullamento dell'account, ad insindacabile giudizio dell'editore o del gestore del sito, fermo restando l'esercizio di ogni azione legale da parte degli aventi diritto.
Con l'accettazione della presente il lettore dichiara la veridicità di tutte le dichiarazioni rese in fase d'iscrizione al sito.
La informiamo, inoltre, che ogni interessato può esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003: In relazione al trattamento di dati personali:

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
3. L'interessato ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Per esercitare i diritti previsti all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003 e sopra riassunti l'utente dovrà rivolgere richiesta scritta indirizzata a


Rimozione
Se non desiderate essere contattati in futuro, potete chiederlo collegandoVi o inviando una mail all'indirizzo inff@mail indicando l'indirizzo e-mail (o tutti gli indirizzi facenti capo ad un dominio, nella vostra disponibilità) e/o fax di cui volete l'esclusione.

Titolare del trattamento dei dati è - per l'elaborazione e trasmissione delle comunicazioni previste dalle condizioni del contratto;
- per l'invio di fatture commerciali

In merito alle modalità di trattamento, si precisa che gli indicati trattamenti potranno essere eseguiti soltanto dai responsabili e dagli incaricati autorizzati da usando supporti cartacei o informatici e/o telematici. In ogni caso il trattamento avverrà con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza in conformità con la disciplina vigente. I dati conferiti non saranno oggetto di diffusione a terzi, salvo per la gestione stessa dei dati da parte di soggetti specializzati ed incaricati da .
In ottemperanza alla suddetta Normativa, di seguito riepiloghiamo le metodologie applicate per il trattamento dei dati da parte della nostra Società che implicano raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati in nostro possesso e gli scopi che perseguiamo con ciascuna di esse:
Marketing e Strategie Commerciali: elaborazione dei dati da Lei forniti e di quelli desunti dalle Sue navigazioni in rete allo scopo di definire delle statistiche inerenti gli interessi da Lei manifestati nei confronti dei Prodotti e Servizi offerti da per finalità di marketing e/o attività promozionali in genere;
Gestione amministrativa: raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati per scopi amministrativo - contabili, compresa l'eventuale trasmissione per posta elettronica di informative e/o fatture commerciali;
In particolare, per quanto concerne, le modalità del trattamento dei dati, gradiamo comunicare che tutti i dati sono conservati in un apposito archivio tenuto sotto costante controllo e continuo aggiornamento da parte di personale adeguatamente formato. Inoltre è stata redatta una procedura operativa interna (Documento Programmatico Sulla Sicurezza - DPSS). In tale documento viene definito più nel dettaglio il metodo utilizzato per l'applicazione di adeguate misure di sicurezza per la protezione e la riservatezza dei dati. Per completezza, desideriamo infornarla che il conferimento dei dati personali è necessario nella misura in cui essi sono utilizzati per l'esecuzione da parte della nostra Società di obblighi contrattuali e/o di legge.
Dati di navigazione Il sito web raccoglie informazioni tecniche relative all'hardware e al software utilizzati dai visitatori, autonomamente attraverso l'ausilio di strumenti per l'analisi dei file di collegamento. Tali informazioni riguardano:

- indirizzo IP
- tipo di browser
- Internet service provider
- sistema operativo
- nome di dominio e indirizzi di siti Web dai quali ha effettuato l'accesso o l'uscita (referring/exit pages)
- informazioni sulle pagine visitate dai lettori all'interno del sito
- orario d'accesso
- permanenza sulla singola pagina
- analisi di percorso interno (clickstream)
- risoluzione video
- tipo di connessione
- nazione da cui l'utente si collega
- presenza di plugin java installati

Tali informazioni non forniscono dati personali del lettore, ma solo dati di carattere tecnico/informatico che sono raccolti ed utilizzati in maniera aggregata ed anonima al solo scopo di migliorare la qualità del servizio e fornire statistiche concernenti l'uso del sito, suddetti dati vengono cancellati subito dopo l'elaborazione.
Registrazione
Nell'ambito del processo di registrazione, il lettore è tenuto a scegliere una propria user ID ed una password. Inoltre il lettore è tenuto a fornire specifiche informazioni che dovranno essere corrette ed aggiornate. Il lettore non può scegliere la user ID di un'altra persona con l'intento di utilizzarne l'identità. Inoltre non può utilizzare la user ID di un'altra persona senza la sua espressa autorizzazione. E' inoltre vietato l'uso di user ID che l'editore, discrezionalmente, riterrà lesivi di diritti di terzi, o comunque offensivi o scurrili. La password scelta dai lettori al momento della registrazione ai servizi e inserita nel relativo modulo o form di registrazione è personale e non può essere ceduta. I lettori sono tenuti a custodire con la massima diligenza e a mantenere riservata la password al fine di prevenire l'utilizzo del servizio da parte di terzi non autorizzati. Essi saranno pertanto responsabili di qualsiasi utilizzo, compiuto da terzi autorizzati o non autorizzati, dei suddetti identificativi nonchè di qualsiasi danno arrecato al titolare del blog, all'editore e/o a terzi, in dipendenza della mancata osservanza di quanto sopra.
Il lettore non può inviare, distribuire o in ogni modo pubblicare negli spazi abilitati a tale scopo contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo, o a qualsiasi titolo illegale.
Il lettore si impegna a non assumere atteggiamenti violenti o ad aggredire verbalmente gli altri lettori, astenendosi dall'utilizzo di termini calunniosi, e a non interrompere intenzionalmente le discussioni con messaggi ripetitivi, con messaggi privi di significato o con azioni finalizzate alla vendita di prodotti o servizi.
Il lettore si impegna ad utilizzare un linguaggio rispettoso, tenendo conto che la comunità cresce solo se i suoi membri si sentono ben accetti e rispettati. Il lettore si impegna a non utilizzare termini violenti o che discriminino sulla base della razza, religione, genere, inclinazioni sessuali, disabilità fisiche o mentali e altro. L'uso di linguaggio violento sarà motivo per la sospensione immediata e per l'espulsione definita a tutti o a parte dei servizi del sito.

Accedendo al sito e ai relativi servizi, il lettore si obbliga a:
a.non utilizzare il sito o il materiale in esso inserito per perseguire scopi illegali
b.non utilizzare il sito in modo da interrompere, danneggiare o rendere meno efficiente una parte o la totalità di esso o in modo da danneggiare in qualche modo l'efficacia o la funzionalità del sito;
c.non utilizzare il sito per la trasmissione o il collocamento di virus o qualsiasi altro materiale che in qualche modo possa creare pregiudizio in ogni sua forma;
d.non utilizzare il sito in modo da costituire una violazione di persone o ditte (compresi, ma ad essi non limitati, i diritti di copyright o riservatezza).
e.non utilizzare il sito per trasmettere materiale a scopo pubblicitario e/o promozionale senza il permesso scritto dell'editore.

Il mancato rispetto di queste regole comporta la violazione di queste condizioni generali di utilizzo e può determinare l'immediato annullamento dell'account del soggetto autore della violazione. In caso di effettivo o potenziale utilizzo non autorizzato del proprio account, il lettore è invitato a segnalarlo, fornendo ogni dettagliata notizia in merito alla violazione, e dando comunicazione di perdita, sottrazione non autorizzata, furto, della propria password e delle proprie informazioni personali. Il lettore è consapevole che deve avere compiuto i 18 anni di età per iscriversi al servizio, anche se persone di ogni età possono accedere allo stesso. I minori di anni 18 devono essere assistiti ed autorizzati dagli esercenti la potestà di genitore. Il lettore è pienamente responsabile per ogni azione intrapresa attraverso il suo account, sia direttamente sia attraverso terzi da lui autorizzati. Ogni utilizzo abusivo, fraudolento o in ogni caso illegale è causa dell'immediato annullamento dell'account, ad insindacabile giudizio dell'editore o del gestore del sito, fermo restando l'esercizio di ogni azione legale da parte degli aventi diritto.
Con l'accettazione della presente il lettore dichiara la veridicità di tutte le dichiarazioni rese in fase d'iscrizione al sito.
La informiamo, inoltre, che ogni interessato può esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003: In relazione al trattamento di dati personali:

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:
a) dell'origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
3. L'interessato ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Per esercitare i diritti previsti all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003 e sopra riassunti l'utente dovrà rivolgere richiesta scritta indirizzata a


Rimozione
Se non desiderate essere contattati in futuro, potete chiederlo collegandoVi o inviando una mail all'indirizzo info@bqlive.co.uk indicando l'indirizzo e-mail (o tutti gli indirizzi facenti capo ad un dominio, nella vostra disponibilità) e/o fax di cui volete l'esclusione.

Titolare del trattamento dei dati è

Fields marked with an asterisk (*) are required

Click here to read our privacy statement